Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, scelto il progetto della cordata Lagorio-Azimut per il restyling del Porto Vecchio

Premiato il sottopasso in via Bixio, ma dovranno essere fatte integrazioni

Sanremo. Dopo un lungo iter di valutazione delle proposte, anche per mezzo degli approfonditi studi richiesti in termini giuridici ed economico-finanziari a dei consulenti specializzati, la giunta comunale del sindaco Biancheri si è riunita questa mattina per esprimere una scelta sulle proposte di riqualificazione del Porto Vecchio, da realizzarsi tramite lo strumento del projectc flnancing, pervenute da parte dei soggetti promotori Società Porto di Sanremo Srl, Società Porto Sole C.N.I.S e Società Porto San Francesco Srl.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

L’Amministrazione comunale ha valutato la proposta presentata dalla Società Porto di Sanremo Srl – i cui soci sono l’imprenditore Walter Lagorio e il patron del gruppo Azimut Paolo Vitelli – come quella di maggior interesse pubblico.

La Giunta ha però ritenuto che la proposta della società Porto di Sanremo Srl debba essere integrata e modificata sia per alcuni aspetti economici e convenzionali, sia per alcuni aspetti tecnici.

In ordine agli aspetti tecnici sono state chieste modifiche sulla parte inerente alla viabilità (in particolare viene richiesto che sia modificata l’uscita del tunnel previsto in via Nino Bixio, con una soluzione di minor impatto viabilistico) e, accogliendo le osservazioni di associazioni e di chi vive quotidianamente il porto recepite in questi mesi di incontri e confronto, sulla gestione di alcuni spazi.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

In particolare:

-Piazzale Vesco: sia dedicato esclusivamente ad uso pubblico;

-Banchina Vesco: sia dedicata al transito con riserva ad uso pubblico in caso di manifestazioni;

-Banchina di fronte ai “baretti”: siano previsti ormeggi di imbarcazioni di limitata altezza per consentire un migliore cono visivo sul porto; concessioni attuali pesca professionale (grande e piccola), pesca sportiva e sportive: rimangano gestite dall’Ente pubblico come sono attualmente;

-Barche pesca professionale: si preveda una soluzione con ormeggio in andana; Cantiere navale: mantenimento sino alla sua ricollocazione in altra sede;

Con la decisione di oggi si chiude così un lungo iter iniziato nell’agosto 2017 con il deposito della prima proposta da parte della società Porto di Sanremo Srl, a cui sono seguite quelle della società Porto Sole C.N.I.S a gennaio 2018 e della società Porto San Francesco Srl a dicembre 2018.

Lungo questo arco di tempo l’Amministrazione comunale aveva avviato tutte le procedure necessarie per arrivare alla scelta odierna. In particolare: con l’incarico al prof. avv. Luigi Piscitelli per l’analisi degli aspetti giuridici e legati ai profili amministrativi e contrattuali e con l’incarico alla società Conteco Check srl per l’analisi degli aspetti economico-finanziari.

L’organizzazione di numerosi incontri con tutti i soggetti principali fruitori del porto tra cui associazioni sportive, pescatori professionali e associazioni pesca sportiva, per una serie di confronti approfonditi su tutti e tre i progetti al fine di raccogliere osservazioni.

L’iter tecnico e burocratico della pratica si articolerà nei prossimi seguenti passaggi:

-1: gli uffici tecnici comunali chiederanno al soggetto promotore prescelto che vengano recepite le modifiche e le integrazioni espresse in delibera;

-2: il progetto integrato e modificato dovrà poi essere approvato in Giunta e portato in consiglio comunale per il suo inserimento nel piano delle opere pubbliche;

-3: conferenza dei servizi preliminare con tutti gli enti coinvolti;

-5: bando di gara per l’assegnazione del project financing.

“Oggi scriviamo una pagina importante del futuro di Sanremo commenta il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri perché andiamo ad approvare un progetto Che avrà un grande impatto sullo sviluppo della città. Da un punto di riqualificazione urbana parliamo di un intervento che andrà a trasformare e sviluppare radicalmente l’area strategica del fronte mare, collegando la città al porto in un unico grande spazio unitario.

La nostra scelta è ricaduta su questo progetto proprio perché il più vicino alla nostra visione di città. Voglio ringraziare tutte e tre le società proponenti per il grande lavoro progettuale realizzato e perché, con le loro proposte, hanno testimoniato la grande attrattiva che la città di Sanremo è tornata ad esercitare sugli investimenti privati, come da qualche anno stiamo riscontrando in tanti settori. Dalla silver economy all’alberghiero passando per il commercia.

E ’ un progetto che potrà generare un notevole incremento occupazionale e un forte impatto sull’economia cittadina attraverso non solo le maestranze che verranno adoperate per la realizzazione di un progetto da circa 40 milioni di investimenti, ma anche e soprattutto sull’indotto turistico. La nuova configurazione delle attività commerciali all ’interno dell’ampia zona pedonale genererà un notevole aumento occupazionale anche in questo settore”.

“Come amministrazione comunale - conclude il Sindaco - oggi abbiamo raggiunto un altro grande obiettivo dietro al quale si è profilato un importante lavoro durate quasi due anni. Ringrazio tutta la mia maggioranza per il proficuo confronto interno di questi mesi: come dimostrato per altre decisioni politiche importanti intraprese in questi cinque anni di mandato, solo con il supporto di una grande squadra di governo si riesce ad arrivare ad obiettivi così ambiziosi per la città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.