Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli alunni dell’istituto Sanremo Levante incontrano un indio dell’America del Sud

"Abbiamo capito che condividere e aiutarsi è importante per tutti, ma fondamentale per le tribù amazzoniche", dichiarano gli alunni

Sanremo. Giovedì 29 novembre gli alunni delle classi prime dell’istituto comprensivo Sanremo Levante hanno partecipato ad un incontro con un indio proveniente dall’America del Sud.

Abbiamo osservato con attenzione il nostro ospite – dichiarano gli alunni – il suo viso e parte del corpo erano decorati da strisce bianche e rosse; ai polsi portava delle fasce colorate indicanti l’appartenenza al suo popolo; indossava delle piume che significano libertà e ha raccontato che gli orecchini si conquistano dopo i riti per diventare guerriero.
Completavano il suo abbigliamento degli stivaletti, necessari a proteggersi dalle “formiche siluro” che pungono causando grave dolore.

Abbiamo saputo – raccontano gli alunni – che gli Indios si cibano di frutta, pesce e serpenti! E non usano condimenti, ne’ sale ne’ olio. Loro dormono sulla terra, all’interno di capanne. Atukà, questo è il suo nome, ha suonato ben tre tamburi – ripetono entusiasti i ragazzi – e dei piccoli strumenti simili a flauti che imitano i versi degli animali”.
“Ci ha anche informato che le tribù locali si immunizzano contro il morso dei serpenti iniettandosi qualche goccia del loro veleno” raccontano gli alunni.

L’indio ha incontrato i ragazzi per spiegare l’importanza della foresta amazzonica sia per le varie tribù che la abitano, sia per tutti gli abitanti del pianeta perché questa foresta è il nostro polmone.

Inoltre Atukà ci ha rivelato che, spesso, dei mercenari minacciano le tribù della foresta per allontanarle e poterla distruggere: ogni anno, purtroppo, scompare una parte di foresta grande come la regione del Friuli Venezia-Giulia.”

“Anche se abbiamo fatto un po’ di fatica a comprendere il suo accento, ci piacerebbe incontrare ed ascoltare esperienze di altri popoli del mondo; abbiamo capito che condividere e aiutarsi è importante per tutti, ma fondamentale per le tribù amazzoniche. È stato un incontro molto interessante”, concludono gli alunni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.