Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rotatoria della Foce a Sanremo, il consigliere Lombardi: “Doveva essere fatta quattro anni fa”

"Vogliamo conoscere nel dettaglio tutti gli interventi previsti nel nuovo progetto", dichiara il consigliere Lombardi

Sanremo. Da alcuni giorni è tornato alla ribalta un tema che tiene banco da ormai oltre un decennio: la rotatoria della Foce.

Residenti, turisti e amministratori pubblici la invocano da tempo per porre fine ai problemi di viabilità che affiggono la città, ma per una battaglia legale con la Oil Italia il progetto non si è mai concretizzato. In quest’ultima settimana la tematica è stata riportata a galla poiché sono stati trovati fondi, circa 700mila euro, che potrebbero sbloccare una situazione che sembrava destinata a non avere soluzione.

I lavori, che avranno inizio nei primi mesi del 2019, prevedono la creazione di una rotonda, la demolizione dell’ex distributore di benzina situato in prossimità dell’incrocio con corso Inglesi e il rifacimento degli spazi verdi circostanti.

In merito all’argomento il consigliere comunale Luca Lombardi ha depositato in data odierna la seguente interpellanza:

“I sottoscritti consiglieri comunali, premesso che l’amministrazione matuziana ha annunciato che prossimamente verrà approvato dalla giunta il progetto per la realizzazione della tanto attesa rotonda alla Foce, all’incrocio tra corso Matuzia e corso Inglesi;

Premesso, inoltre, che tale intervento viario, necessario non solo per risolvere i problemi legati alla viabilità ma anche per garantire la sicurezza dei tanti residenti e turisti che giornalmente transitano su questo tratto, era già previsto nel 2012 quando la Giunta Zoccarato approvò un progetto risalente alla Giunta Bottini e che comprendeva non solo la rotatoria ma anche la riqualificazione della zona, con lavori di ripristino del marciapiede, del vicino parco giochi e di spostamento dei cavi filoviari;

Ricordato che i lavori del progetto approvato nel 2012 non poterono partire nei tempi previsti dall’allora Amministrazione a causa del ricorso presentato al TAR dalla società Oil Italia srl per annullare la procedura di esproprio dell’area su cui era ubicato il distributore di benzina;

Ricordato ancora che il 3 aprile 2014 – poco prima dell’inizio del mandato del Sindaco Biancheri – il TAR con sentenza N. 00824/2014 diede ragione al Comune revocando ai ricorrenti e alla Società Oil Italia srl la concessione del suolo pubblico e restituendo l’area al Comune “per realizzarvi una rotatoria che consenta una circolazione più sicura, in un incrocio fondamentale per la viabilità di Sanremo, interessando la via Aurelia” come recita la sentenza stessa;

Interpellano il Sindaco e la Giunta per conoscere i motivi per cui solo oggi a distanza di quattro anni e nonostante l’intervento fosse tra le priorità del programma elettorale del Sindaco, l’Amministrazione abbia ripreso, attribuendosene tutti i meriti, il progetto della rotatoria, dimostrando di essere interessata più alla propaganda elettorale che all’incolumità e alla sicurezza delle persone;

per conoscere nel dettaglio tutti gli interventi previsti nel nuovo progetto, in particolare per sapere se verrà attuata anche la riqualificazione dell’intera area vista la riduzione dei costi rispetto a quelli preventivati per il progetto del 2012;

per sapere se le spese per l’abbattimento dell’ex distributore – intervento propedeutico alla realizzazione della rotatoria – verranno accollate alla società Oil Italia srl o se invece sarà il Comune a farsi carico di tutti i lavori di demolizione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.