Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da luglio 2018 nuovi sconti obbligatori Rc auto per gli automobilisti

Come impone l'ultimo regolamento Ivass, dal 10 luglio le compagnie dovranno applicare uno sconto ai clienti che accetteranno una di queste tre condizioni: ispezione preventiva, scatola nera e alcolock

Più informazioni su

Il costo dell’assicurazione RC auto si è drasticamente ridotto negli ultimi anni, grazie a una concorrenza sempre più agguerrita a tutto vantaggio del cliente. Ma è anche la tecnologia che ha fatto la sua parte: i nuovi sistemi di tracking e le “scatole nere” montate sulle vetture permettono di ridurre al minimo le truffe e, in più, funzionano anche da deterrente (chi sa di essere controllato adotta una condotta di guida più prudente). Il tutto a beneficio di canoni più bassi e convenienti.

Le compagnie saranno obbligate ad applicare sconti se sussistono determinate condizioni

Nel suo ultimo regolamento, anche l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) è venuto incontro a questo cambiamento e il 10 luglio sarà una data importante: le compagnie di assicurazioni saranno infatti costrette – e non semplicemente incoraggiate – ad applicare uno sconto obbligatorio ai propri clienti che accetteranno una delle tre condizioni descritte nello stesso regolamento:

  • l’ispezione preventiva
  • la scatola nera
  • l’alcolock: Il dispositivo che blocca la vettura quando il tasso alcolemico del conducente supera i limiti di legge.

Non solo: oltre a queste tipologie, c’è un secondo sconto, aggiuntivo, applicabile a coloro che negli ultimi 4 anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva, principale o paritaria, a patto di installare o avere installato meccanismi elettronici come la scatola nera o equivalenti e che vivano nelle province a maggior tasso di sinistrosità (e quindi con un premio medio più elevato).

Secondo quanto stabilito dal regolamento n. 37 del 27 marzo 2018, la prima condizione che permette di usufruire degli sconti è accettare di sottoporre il proprio veicolo a ispezione, che viene eseguita a spese dell’impresa di assicurazione stessa.

La seconda condizione è l’installazione, su proposta dell’impresa di assicurazione o in quanto già presenti, di meccanismi il cui scopo è registrare l’attività del veicolo, e quindi la responsabilità del guidatore in caso di incidenti e la sua condotta di guida. Questi dispositivi vengono colloquialmente definiti “scatola nera”.

La terza condizione è quella dell’”alcolock”, ovvero del dispositivo che impedisce l’avvio del motore nel caso in cui il tasso alcolemico del guidatore sia superiore ai limiti stabiliti dalla legge per la conduzione dei veicoli a motore. Anche in questo caso il dispositivo può essere già presente oppure essere installato su proposta dell’impresa di assicurazione.

L’IVASS si occuperà poi di effettuare verifiche a campione con l’obiettivo di controllare che le imprese assicurative tengano effettivamente conto dei criteri stabiliti dal regolamento e offrano lo sconto ai guidatori virtuosi.

Cosa accade se la compagnia non aderisce al nuovo regolamento

Nel caso in cui non vi sia da parte della compagnia il rispetto dei criteri e delle modalità per la determinazione dello sconto e dell’obbligo di riduzione del premio, questa rischia una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 10.000 a euro 80.000 nonché la riduzione automatica del premio di assicurazione relativa al contratto in essere: in altre parole, se il guidatore acconsente a una delle tre condizioni indicate qui sopra (o se vive in una delle province ad altra sinistrosità, rese note con una lista aggiornata con cadenza biennale), non ha nulla da temere: pagherà in ogni caso un premio di importo inferiore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.