Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lucia Morlino ai microfoni di R24 Radio presenta “Il perdono dell’anima”: “E’ ambientato tra Milano e Ventimiglia”

"E' una storia d'amore ma anche un giallo perché c'è un'indagine di un fatto di cronaca molto pesante ambientato nei giorni nostri"

Sanremo. La scrittrice Lucia Morlino questa sera ai microfoni di R24 Radio ha illustrato il suo nuovo libro: “Il perdono dell’anima. Un’indagine per la verità”.

riviera24 - Il perdono dell'anima

Originaria della Puglia, si trasferì da bambina con la sua famiglia a Ventimiglia dove iniziò a lavorare nel campo dell’estetica. Oggi risiede a Bordighera. Crescendo ha coltivato la sua passione per la scrittura. Fin da giovanissima infatti scrisse poesie e racconti poi un giorno scoprì di possedere facoltà medianiche che contribuirono alla stesura dei suoi libri: “L’amore ucciso”, “Io Lucia ho amato Ramses III”, “Viaggio di sola andata…” e “L’amore infinito- Tante vite un solo amore”. Le sue opere sono infatti sempre collegate alle sue esperienze di contatti spirituali.

“E’ una storia d’amore ma anche un giallo perché comunque c’è un’indagine di un fatto di cronaca molto pesante ambientato nei giorni nostri tra Milano e Ventimiglia, inoltre i personaggi sono ben definiti - racconta la scrittrice parlando del suo quinto libro – E’ un romanzo scorrevole, che si legge bene perché non risulta essere pesante. Non vi sono infatti lunghe descrizioni ma molti dialoghi”.

Il romanzo narra la storia di due giovani, Lara e Carlo, che s’incontrano e s’innamorano. Purtroppo la vita è piena di sorprese: lei vede nel ragazzo la fonte del suo trauma. Lui difatti è figlio dell’avvocato che anni prima aveva fatto assolvere l’assassino di sua sorella. Per di più il giovane ha già una relazione, voluta e manipolata da sua madre Eugenia, con Sandra esponente di una delle famiglie più in vista e ricca di Milano. Carlo che ha ereditato lo studio legale di suo padre, morto per infarto, riprenderà le indagini con l’aiuto di un investigatore che aveva già lavorato per suo padre allo stesso caso. I due uomini ce la metteranno tutta per trovare e incastrare l’assassino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.