Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I consigli dell’interior designer: come disporre i quadri in casa

Come risolvere con stile e nel modo corretto il dilemma di arredare le pareti

Più informazioni su

Ci sono momenti i in cui, entrati nella nuova casa o finito di ristrutturare o aver fatto un restyling, guardiamo le pareti appena tinteggiate e restiamo immobili con il martello e i chiodi in mano, spaventati dall’idea di trivellare le pareti nuove e sistemare i quadri e le fotografie incorniciate. Niente paura, oggi vi racconto come risolvere con stile e nel modo corretto il dilemma di arredare le pareti.

Per prima cosa il consiglio è di appoggiare tutti i nostri quadri alle pareti, rilassarci, porre lo sguardo sui punti focali della casa e immaginare. Niente come l’immaginazione può aiutare in questo caso. Iniziamo a comporre le pareti semplicemente appoggiando i vari quadri e le fotografie sulle pareti che ci ispirano e guardiamo l’effetto. Proviamo a guardare da vari punti di vista e, senza fretta, cambiamo e ricambiamo se non percepiamo armonia e piacere.

I quadri hanno la capacità di rendere una casa ricercata, raffinata e contribuiscono all’insieme armonico in maniera determinante, vediamo quindi qualche suggerimento in merito.

Esistono vari modi di arredare la parete con i quadri, vi racconto quelli che secondo il mio gusto sono i più indicati.

Tra gli allineamenti il classico “centrato” è quello che permette di sistemare una o più cornici di dimensione medie, con intorno, una cornice composta da foto o quadri di dimensioni più piccole, creando così un effetto pulito e regolare pur essendo composto da differenti misure.

Per chi invece ha voglia di osare il layout a “spigolo” è perfetto per nasconderlo e ridurne l’impatto visivo. Un consiglio è di tenere l’allineamento guida in alto, quasi al culmine dello stesso, per entrambi i lati e di scendere con quadri e fotografie verso il basso come creatività e fantasia vi suggerisce.

Il layout “unito” è uno schema raffinato e di gusto. L’importante è, in questo caso, che i soggetti siano legati da un filo conduttore, le cornici siano simili e poco vistose. Per ottenere questo schema si devono posizionare vicine le une alle altre andando a ricercare una composizione geometrica di gusto.

L’allineamento verso il “basso” può essere una buona idea per dare slancio alla parete. Consiste semplicemente nel tracciare una linea immaginaria orizzontale posta in basso e creare la nostra composizione con quadri e foto di soggetto e cornici diverse a salire senza uno schema preciso.

Divertente, inusuale e deciso è l’utilizzo di un “angolo” per porre l’attenzione sulle nostra galleria d’arte e di emozioni. In questo caso è il vostro estro e la casualità a creare un effetto davvero particolare. Sarà infatti la prospettiva a seconda del punto di vista a cambiare di volta in volta il risultato della vostra creazione.

Ora siete pronti. Non vi resta che prendere martello e chiodi, seguire qualche consiglio e creare l’effetto desiderato per la vostra abitazione, che non dimenticate mai, è un abito cucito sulla vostra persona!

Paolo Tonelli

www.paolotonelli.com

www.facebook.com/sanremoturquoise

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.