Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Vallecrosia prendono il via le commemorazioni dei 100 anni dal termine della Grande Guerra

Giovedì 4 gennaio alle 17.30, presso la sala polivalente comunale di Via C. Colombo, con la conferenza del colonnello Riccardo Lanteri e di Roberto Capaccio

Vallecrosia. Le manifestazioni di “Aspettando il Natale” promosse dall’amministrazione comunale proseguono oggi giovedì 4 gennaio alle 17,30, presso la sala polivalente comunale di Via C. Colombo ( solettone sud ) con la conferenza del colonnello Riccardo Lanteri e di Roberto Capaccio dal titolo “Cento anni dalla morte eroica del vallecrosino, medaglia d’oro al valor militare, col. Giovanni Aprosio.

Arruolato nell’esercito nei primi anni del secolo scorso Giovanni Aprosio combatté nella prima guerra mondiale nel 151° reggimento fanteria “Sassari” con il grado di tenente colonnello. Fu decorato con due medaglie d’argento al valor militare. Nel gennaio del 1918, al comando del reggimento prese parte alla battaglia dei Tre Monti sopra l’Altopiano di Asiago.

Alla testa dei suoi fanti ha guidato una carica nel disperato obiettivo di non far dilagare l’offensiva austroungarica verso Asiago e la pianura vicentina, offensiva che avrebbe tagliato fuori le armate italiane sul Piave e fatto vincere la guerra agli Imperi Centrali, fu ferito mortalmente sul Col del Rosso da una cannonata nemica. L’azione della brigata Sassari ebbe successo, giovanissimi fanti sardi, quasi tutti pastori, contro temibili ed esperte truppe d’assalto addestrate in anni di battaglie. La posizione del col. del Rosso fu riconquistata e gli italiani da allora furono sempre all’offensiva fino al termine delle ostilità pochi mesi dopo.

A guerra non ancora ultimata il col. Giovanni Aprosio fu insignito della medaglia d’oro al valor militare alla memoria. Venne inizialmente seppellito nel cimitero di Fontanelle di Conco e successivamente le sue spoglie vennero traslate presso il sacrario militare di Asiago dove ancora sono custodite con il massimo degli onori nella cappella centrale riservata agli insigniti di medaglia d’oro. Nella sua città natale di Vallecrosia è stata intitolata la via principale del paese (il tratto urbano della Aurelia) e nella vicina Ventimiglia un via secondaria.

La commemorazione di oggi è organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Vallecrosia e patrocinata dall’Unione Nazionale Ufficiali d’Italia della provincia d’Imperia e darà il via ad una serie di iniziative sul Centenario dal termine della 1° Guerra Mondiale che proseguiranno nel corso del 2018.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.