Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Se ne va il 2017, tutto l’anno in 12 notizie

Ripercorriamo i fatti più significativi a livello locale, quelli che hanno suscitato più clamore e di cui parleremo ancora nel 2018

Dal cagnolino impacchettato, messo sotto l’albero di Natale e poi abbandonato nella spazzatura in una frazione di Ventimiglia i primi giorni dell’anno, all’incredibile quanto spaventoso fenomeno naturale che ha preso forma di fronte allo specchio acqueo che bagna Sanremo a dicembre.

Nell’ultimo giorno dell’anno ripercorriamo le notizie più significative che hanno scandito il 2017 nella Riviera dei Fiori, quelle che hanno suscitato più clamore, discussioni e di cui parleremo ancora nel 2018. Con l’augurio di un sereno anno nuovo, la redazione di Riviera24.it vi ringrazia per sceglierci sempre. Buon anno e buona lettura!

Gennaio. Il 2017 si è aperto con una storia molto triste. Protagonista un cagnolino impachettato e regalato a una famiglia in occasione delle feste natalizie e poi gettato come spazzatura nell’isola ecologica di Bevera, frazione di Ventimiglia, con ancora il grosso fiocco rosso intorno al collo. Il cucciolo è stato tratto in salvo da un operatore della Docks Lanterna che lo ha portato al vicino canile di Pegli. Purtroppo però qualche settimana dopo è morto. Il caso ha suscitato molta indignazione.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/01/ventimiglia-ricevono-un-cagnolino-per-natale-e-lo-buttano-nella-spazzatura-salvato-da-operatore-ecologico-244100/

Febbraio. Con la frizzante Occidentali’s Karma, Francesco Gabbani si aggiudica la 67esima edizione del Festival di Sanremo laureandosi campione nella categoria “Big”. Per il cantante è il secondo trionfo sul palco del Teatro Ariston, nel 2016 aveva infatti vinto nella sezione “Nuove Proposte” con Amen. Moto perpetuo di successi, quest’incredibile fenomeno canoro e mediatico, consacrato al mondo della musicale proprio dalla kermesse matuziana, sbaraglia la favorita Fiorella Mannoia con il brano Che sia benedetta, che si piazza secondo davanti a Vietato morire di Ermal Meta. Quello di quest’anno è stato l’ultimo Festival condotto dall’insuperabile Carlo Conti che per un’uscita in grande stile ha voluto al suo fianco la regina del piccolo schermo italiano, Maria De Filippi.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/01/si-alza-il-sipario-su-sanremo2017-carlo-conti-al-mio-fianco-ho-voluto-il-top-maria-de-filippi-244653/
https://www.riviera24.it/2017/02/francesco-gabbani-fa-il-bis-con-occidentalis-karma-vince-la-67esima-edizione-del-festival-di-sanremo-247162/

Marzo. Nel mese di marzo la dolce vita di Montecarlo è piombata nel terrore quando in un tranquillo pomeriggio di sabato un commando di tre banditi, di cui uno armato, ha assaltato la gioielleria Cartier. Sembrava la scena di un film d’azione, con rapina, fuga e successiva sparatoria e i turisti che dopo lo shopping si sono ritrovati “sequestrati” per ore dentro i saloni delll’Hotel de Paris con la paura che si trattasse di un attacco terroristico. La banda di malviventi si è poi scoperto essere formata da cinque giovani uomini, tre di nazionalità francese e due italiana. A fare irruzione nella prestigiosa boutique riempiendo tre sacchi di costosissimi gioielli per un valore di svariati milioni di euro, i primi. Ma il colpo non è andato a buon fine: nel tempo record di sole 7 ore, infatti, la polizia monegasca ha recuperato la refurtiva e assicurato alla giustizia quattro dei cinque rapinatori.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/03/montecarlo-rapina-nella-gioielleria-cartier-tra-paura-e-voglia-di-dimenticare-quelle-due-ore-in-cui-sembrava-di-essere-in-un-film-250499/
https://www.riviera24.it/2017/03/monaco-due-fratelli-di-origini-italiane-nella-banda-di-rapinatori-che-ha-sconvolto-il-principato-250725/

Aprile. Un faccia a faccia che resterà memorabile nella storia dell’autoproclamato Principato di Seborga quello che ha visto nel mese di aprile protagonisti il principe in carica Marcello Menegatto e Mark Dezzani. Il programma elettorale del giornalista, presentatore e speaker radiotelevisivo di origini anglo-italiane, che prevedeva, fra gli altri, anche il proposito di creare una piantagione legalizzata di marijuana per rilanciare la floricoltura, non ha tuttavia avuto la meglio. Con 129 preferenze, infatti, il giorno 23 il successore di Giorgio I ha sbaragliato lo sfidante, fermo a 42 voti, riconfermandosi principe di Seborga. Ma del resto, con il progetto di un hotel a cinque stelle e di viaggi in tutto il mondo per promuovere il Principato, il nuovo sovrano non poteva essere altro che uno, Marcello I.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/04/principato-di-seborga-il-faccia-a-faccia-tra-marcello-menegatto-e-mark-dezzani-e-lidea-di-coltivare-marijuana-per-rilanciare-la-floricoltura-251637/
https://www.riviera24.it/2017/04/marcello-menegatto-fa-il-bis-con-129-preferenze-si-riconferma-principe-di-seborga-252604/

Maggio. Dopo quasi un anno di indagini, a maggio i carabinieri hanno chiuso l’operazione “Porta a Porta” infliggendo un duro colpo allo spaccio di droga nel Ponente ligure. L’operazione ha visto impegnati più di 100 militari tra il nucleo cinofilo di Villanova d’Albenga, il 15esimo NEC di Villanova d’Albenga, il reparto operativo provinciale di Imperia e le compagnie di Imperia, Bordighera, Ventimiglia e Alessandria. Le indagini hanno coinvolto 20 persone, due fratelli italiani fornitori di cocaina e hashish nella piazza di Sanremo e 18 stranieri originari dell’Africa settentrionale e occidentale irregolari sul territorio nazionale e senza fissa dimora.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/05/operazione-porta-a-porta-i-carabinieri-infliggono-un-duro-colpo-allo-spaccio-di-droga-254967/

Giugno. Problema complesso e senza fine, l’emergenza migranti nella città di Ventimiglia ha toccato l’apice nel mese di giugno quando, dopo aver camminato per quasi 7 km nel greto del fiume Roja, con la speranza di varcare il confine e raggiungere la vicina Francia, 200 stranieri in transito sono stati bloccati nella frazione di Torri guardati a vista da un ingente dispiegamento di forze dell’ordine. Vero e proprio “stallo alla messicana”, tra i militari e i migranti, guidati per altro da alcuni cittadini tedeschi forse membri di gruppi anarco-insurrezionalisti, non sono mancati momenti di tensione.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/06/ventimiglia-circa-200-migranti-bloccati-nel-letto-del-fiume-a-torri-sorvegliati-dalla-polizia-258272/

Luglio. Grande festa nel cuore dell’estate a Camporosso con l’inaugurazione della pista ciclabile della Val Nervia. Il “bedale”, così chiamato in quanto sotto di esso scorre l’antico acquedotto che alimenta tutt’oggi le campagne nella zona, è lungo 2 chilometri e 200 metri e fin da subito si è presentato alla cittadinanza come volano turistico significativo, “un investimento verso una Liguria che pedala verso il futuro che deve trovare nel turismo una gamba di sostengo e sviluppo”, come ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti durante il taglio del nastro.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/07/camporosso-inaugurato-il-bedale-della-ciclopedonale-presidente-toti-investimento-per-una-liguria-che-pedala-verso-il-futuro-260240/

Agosto. Estate rovente quella del 2017 dove l’emergenza siccità non ha conosciuto tregua. L’anno si farà ricordare come uno dei più aridi di sempre, con mesi e mesi trascorsi senza accenno di piogge e temperature record, soprattutto ad agosto. All’emergenza siccità, inoltre, si è affiancata un’emergenza idrica davvero critica che ha costretto molti Comuni del Ponente ligure ha limitare i consumi di acqua potabile. Senza dimenticare i grossi rischi che un’annata siccitosa come quella di quest’anno ha comportato. Ovvero, nubifragi addensati in poche ore e talmente abbondanti da mettere a repentaglio l’esistenza di interi paesi, soprattutto nell’entroterra, e gelate fuori stagione alternate a ondate di aridità con conseguenti danni alle coltivazioni.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/08/emergenza-idrica-divieti-e-limitazioni-per-uso-coretto-dellacqua-potabile-in-otto-comuni-del-comprensorio-262237/
https://www.riviera24.it/2017/06/emergenza-siccita-in-riviera-pennellatore-scarsissime-piogge-da-inizio-anno-alto-rischio-che-si-concentrino-in-un-unico-giorno-257787/

Settembre. Il “rimpasto” della giunta Biancheri è stata la notizia che ha tenuto banco per tutto il mese di settembre. Un’azione politica voluta dal primo cittadino di Sanremo nel segno di un progetto di “continuità e rinnovamento” passata attraverso “alcuni importanti cambiamenti
che non sono però da confondere con rotture, cacciate o fantomatici accordi politici che mi vedrebbero a fianco di nuovi alleati”, come il sindaco ha più volte specificato. Il “rimpasto” e conseguente azzeramento della giunta ha portato all’uscita dalle stanze di Palazzo Bellevue di Leandro Faraldi, Daniela Cassini e Pino Di Meco. Al loro posto, Costanza Pireri, già assessore alle Politiche Sociali e oggi vicesindaco, Giorgio Trucco, assessore ai lavori pubblici ed edilizia privata, Marco Sarlo, assessore alla promozione del turismo e calendario manifestazioni, Paola Cagnacci, assessore ai servizi finanziari, controllo di gestione e tributi, società e organismi partecipati.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/08/sanremo-rimpasto-di-giunta-a-settembre-il-sindaco-biancheri-fa-chiarezza-264274/
https://www.riviera24.it/2017/09/presentata-la-nuova-giunta-biancheri-progetto-nel-segno-della-continuita-e-del-rinnovamento-265614/

Ottobre. Grande passo in avanti nel settore sanità a ottobre con l’apertura del nuovo Palasalute di Imperia. Una struttura moderna, con oltre 50 ambulatori e 200 operatori che si ispira al vecchio modello delle case della salute. Come ha detto la vicepresidente e assessore regionale alla Sanità Sonia Viale il giorno dell’inaugurazione, “un luogo dove vengono date tante risposte ai bisogni di salute del cittadino e che mette al centro la persona, la quale trova in un unico punto tutte le soluzioni alle sue necessità”. Il potenziamento delle strutture sanitarie pubbliche è proseguito poi a dicembre con il taglio del nastro del nuovo centro di senologia multidisciplinare dell’Asl 1 imperiese presso il padiglione centrale dell’ospedale “Borea” di Sanremo.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/10/imperia-al-palasalute-taglio-ufficiale-del-nastro-alla-presenza-delle-autorita-268207/
https://www.riviera24.it/2017/12/sanremo-sempre-in-prima-linea-nella-lotta-contro-il-tumore-al-seno-inaugurata-la-nuova-breast-unit-al-borea-272278/

Novembre. Anno horribilis per Rivieracqua, a novembre di nuovo al centro della cronaca dopo essere finita nel mirino della magistratura per lo scandalo dei concorsi truccati ad agosto. Il giorno 23 i militari della Guardia di Finanza hanno passato al setaccio la sede imperiese e sanremese della società pubblica consortile, ponendo poi fine all’esperienza del presidente Massimo Donzella e di Sonia Balestra nel Cda, oggi indagati dalla Procura per falso in bilancio, truffa ai danni dello Stato e abuso d’ufficio.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/11/imperia-la-sede-di-rivieracqua-passata-al-setaccio-dalla-guardia-di-finanza-271241/
https://www.riviera24.it/2017/11/blitz-della-finanza-a-rivieracqua-perquisizioni-anche-nella-sede-di-sanremo-271248/

Dicembre. Il mese di dicembre si è aperto con un fenomeno naturale spettacolare quanto inquietante. Il giorno 1 tre trombe marine hanno preso forma sullo specchio acqueo di fronte al Porto Vecchio di Sanremo. Una di queste, la prima, è giunta fino a terra causando diversi danni: tetti scoperchiati, tavoli e sedie di locali scaraventati in strada, motorini sbattuti al suolo. La peggio l’ha avuta un automobilista che si è visto precipitare sulla propria vettura una tettoia di plexiglas e metallo proveniente dai giardini di piazza Colombo. Fortunatamente non c’è stato alcun ferito.

Leggi qui:
https://www.riviera24.it/2017/12/maltempo-in-liguria-tre-trombe-daria-si-abbattono-sul-porto-di-sanremo-272050/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.