Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedaletti è in gara questa settimana al concorso di “Ponente ligure fotosintesi”

Si può mettere "Mi piace" alle foto che raffigurano la località dal 4 al 10 dicembre

Ospedaletti. Questa settimana Ospedaletti è la località in gara per il concorso gratuito “I Like” di “Ponente ligure fotosintesi” che mette in competizione i Comuni della provincia per il titolo di paese più ammirato.

Adagiata in un anfiteatro naturale si trova tra Capo Nero e Capo Sant’Ampelio. La lussureggiante vegetazione subtropicale, coniugata ad un’urbanizzazione moderata e signorile, fanno di Ospedaletti un centro residenziale turisticamente attrattivo nell’ambito della Riviera dei Fiori. L’origine del paese risale agli albori del XIV secolo quando un nobile provenzale, Fulcone di Villaret, Gran Maestro dell’Ordine Gerosolimitano di San Giovanni, ordine dei cavalieri custodi del Santo Sepolcro, venne sorpreso, insieme al suo equipaggio diretto dalla Palestina alla Francia, da una tremenda tempesta nel golfo ligure.

La nave affondò, ma il nobile e la sua flotta si salvarono e approdarono a nuoto sulla spiaggia del Giunchetto. Scampati alla furia del mare, decisero di ringraziare san Giovanni, erigendo una cappella. Oltre alla chiesa, i crociati, che in seguito assunsero il nome di Cavalieri di Rodi, costruirono un ospizio per fornire assistenza ai pellegrini che si recavano in Terra Santa. Da questo ospizio discenderebbe il nome di Ospedaletti che significa, appunto, luogo ospitale. Il borgo acquisì autonomia amministrativa nel 1923, dopo essere stato frazione di Coldirodi, paese disposto sul colle che origina la zona di Capo Nero, a sua volta entrata a far parte del comune di Sanremo nel 1956.

Fino alla metà del XIX secolo i pochi abitanti di Ospedaletti trascorrevano la propria vita tranquillamente, dedicandosi alla pesca e alla coltivazione degli ulivi e dei limoni. A partire però dal 1860 i loro lenti ritmi di vita cambiarono: in quell’anno il dottor Kerel, medico dell’imperatrice di Russia, Maria Aleksandrovna, scoprì questo piccolo borgo, consigliandolo alla regnante per il suo clima salutare. Questo episodio cambiò la vita di Ospedaletti che in breve tempo divenne tra le mete preferite della Riviera di Ponente dai turisti stranieri. Nel 1881 la Società Fondiaria Lionese promosse la costruzione di grandi alberghi e della principale rete stradale e da quel momento il paese si trasformò da semplice borgo di pescatori in uno dei più attrezzati centri per la ricettività turistica.

Fu frequentata nel passato da una clientela elitaria, appartenente all’aristocrazia mitteleuropea e al gotha della cultura mondiale, nella Villa Sultana venne infatti ospitato il primo Casinò d’Italia, inaugurato nel lontano 1883 e poi chiuso, per regio decreto, nel 1925. Durante il boom economico fu anche meta dei dipendenti di livello medio-alto della Fiat; infatti in posizione dominante lungo la via Aurelia si può trovare la colonia della casa automobilistica in cui i dipendenti privilegiati andavano a trascorrere le ferie. L’economia di Ospedaletti si basa perciò principalmente sul turismo e sulla floricoltura.

Dal dal 4 al 10 dicembre sarà perciò possibile mettere “Mi piace” alle foto, che ritraggono la location, postate sulla pagina Facebook di “Ponente ligure fotosintesi” (https://www.facebook.com/ponentfoto/?fref=ts). Se otterrà tanti voti potrà entrare nella Top Ten.

La scorsa settimana Dolceacqua ha totalizzato 34.152 visualizzazioni e 3227  “Mi  Piace” piazzandosi al primo posto in clasifica. Ecco la top Ten al momento:

1. Dolceacqua 3117 “Mi piace”
2. Seborga 3117
3. Ventimiglia Alta 2711
4. Cervo 2132
5. Bordighera 2084
6. Bajardo 1864
7. Ventimiglia frazioni 1828
8. Cesio 1713
9. Bussana 1650
10. Molini di Triora  1637

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.