Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vicenda del gatto Romeo dell’ospedale di Sanremo, AIDAA scrive al ministro Lorenzin

Per denunciare quanto accaduto e per chiede alla Lorenzin un incontro per discutere della situazione delle oltre duecento colonie feline presenti negli ospedali italiani

Sanremo. Rimane alta l’attenzione di AIDAA nei confronti della vicenda del gatto Romeo dell’ospedale di San Remo. Il presidente Croce, dopo aver denunciato sabato il direttore di presidio, oggi ha inviato una lettera anticipata via email al ministro della salute Lorenzin per denunciare quanto accaduto nell’ospedale Sanremese, dove di fatto il gatto Romeo aveva anticipato con il suo comportamento tutte le tecniche riconosciute di pet terapy a favore di pazienti e degli stessi operatori.

Croce in particolare chiede alla Lorenzin un incontro per discutere della situazione delle oltre duecento colonie feline presenti negli ospedali italiani i cui diritti sanciti dalla legge 281/91 vengono spesso calpestati come avvenuto nel caso del gatto Romeo a San Remo.

Ecco il messaggio inviato al ministra:

“Gentile Ministro,

Le scrivo per segnalarle una situazione quantomeno strana, riferita alla presenza di una colonia regolamente censita all’interno di un ospedale di San Remo, dove per motivi ancora oscuri il direttore generale di presidio ha deciso di eliminare la presenza dei mici, in particolare di uno di loro il gatto Romeo la cui presenza da oltre quindici anni in ospedale (limitata al cortile, alla portineria ed alla sala di aspetto) è stata antisegnana naturale di tutte le attuali iniziative di pet terapy. La vicenda resa nota attraverso i mezzi di stampa ha suscitato molto scalpore ed ha portato da parte nostra alla denuncia del direttore generale del presidio ospedaliero per violazione della legge 281/91 e nel caso dell’anziano gatto romeo per il reato di maltrattamento di animali per violazione dell’articolo 544 del codice penale,denuncia che allego.

Ma al di là della singola vicenda, per la quale vi chiedo un’approfondimento amministrativo per capire quali sono state le motivazioni che hanno portato a queste decisioni, sono a chiedere un incontro in tempi stretti per discutere delle problematiche e delle tutele necessarie per le colonie feline situate all’interno degli ospedali italiani troppo spesso oggetto di violazione dei diritti previsti per le colonie e sancite da una legge dello stato.

Ringrazio per l’attenzione e porgo cordiali saluti

Lorenzo Croce

presidente nazionale AIDAA”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.