Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nicolò Di Martino di Camporosso tra i “cavalieri” al Gran Ballo di Venaria Reale foto

La serata di solidarietà si è tenuta all'interno della Reggia Sabauda

Camporosso. Il camporessino Nicolò Di Martino, aspirante Guardiamarina, ha partecipato alla serata finale della XXIII edizione di “Vienna sul Lago”, un grande evento di formazione, cultura e solidarietà, da oltre venti anni momento articolato del cursus studiorum degli Allievi Ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno.

Un’edizione partita, eccezionalmente, dalla Reggia Sabauda il 21 ottobre con una serie di eventi che hanno visto coinvolta la Marina Militare, partner dell’evento: un dibattito storico ed una mostra fotografica dal titolo: “Sulla cresta dell’onda: il ruolo storico della Marina a tutela dell’Interesse nazionale”; la presentazione del calendario storico per il 2018 della Marina Militare dal titolo: “Ricordare il passato, costruire il futuro”, ed il concerto nello splendido scenario dei giardini della Reggia, della Banda Musicale della Marina Militare.

Il Gran Ballo della Venaria Reale, serata di beneficenza di Vienna sul Lago, ha rappresentato per queste trenta debuttanti e per i loro cavalieri, gli allievi ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno, un importante momento di cultura e solidarietà. Queste giovani coppie, sulle note dell’Orchestra Mozart di Torino, hanno varcato la grande porta di accesso alla Galleria Grande della Reggia Sabauda e, passo dopo passo, hanno incrociato gli sguardi del pubblico sino ad arrivare agli occhi colmi di lacrime di gioia dei propri familiari presenti alla straordinaria serata, il cui ricavato andrà in beneficenza a favore del CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta).

Anche in questa occasione continua l’impegno della Marina Militare sempre al servizio della collettività oltre ai consueti compiti istituzionali per la Difesa e la Sicurezza degli interessi nazionali. La manifestazione, nata nel 1995, unisce formazione, cultura e solidarietà e, proprio grazie ai suoi obiettivi ed ai progetti sociali realizzati ha ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti da parte della Presidenza della Repubblica italiana e della Presidenza della Repubblica austriaca.

Un’iniziativa che si distingue nettamente da altre analoghe che si svolgono in Italia e in Europa perché ha infatti goduto negli anni dei patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Piemonte, delle Ambasciate d’Austria presso il Quirinale e presso la Santa Sede e della Città di Vienna.

Agli allievi dell’Accademia Navale, la manifestazione ha consentito di effettuare interessanti esperienze formative: oltre a presenziare a conferenze tenute da illustri personaggi del mondo scientifico e culturale, gli Allievi hanno partecipato a diversi eventi e visite culturali tra cui quella al Museo Egizio di Torino e al sommergibile storico “A. Provana” presso il Valentino, custodito dall’A.N.M.I. di Torino.

Nel corso degli anni la manifestazione ha aumentato il proprio prestigio e notorietà, ospitando anche debuttanti provenienti dalla vicina Europa e dall’America. Quest’anno è giunta però una debuttante da Monaco di Baviera e precisamente il Gran Ballo della Venaria Reale, che ha aperto le porte alla giovane studentessa di Storia dell’Arte Pia Veronika Weiland. Questa grande novità ha sigillato definitivamente l’internazionalità dell’evento, diventando la manifestazione di riferimento per le giovani fanciulle del nuovo millennio che vogliono realizzare un magico sogno, in un contesto davvero fiabesco, facendole così rivivere una storia settecentesca: quella dell’ingresso in società.

A fare gli onori di casa per questa XXIII edizione, sono stati gli attori Alex Belli e Corinna Grandi (ex debuttante 2004). Vi erano poi numerosi personaggi del mondo della cultura, delle istituzioni e dello spettacolo, tra i quali Cristina Chiabotto e la cantante Mietta, mettendo al servizio della solidarietà la propria professionalità e la propria arte.

L’ingresso in società delle 30 debuttanti è stato accompagnato, per il 7° anno consecutivo, dai meravigliosi abiti realizzati dallo stilista Carlo Pignatelli che per questa speciale edizione ha disegnato l’abito ispirandosi alla Principessa Lady Diana Spencer, cui è dedicata una mostra presente alla Reggia Sabauda, partner dell’evento per commemorarne il ventennale dalla scomparsa.

La preparazione delle debuttanti è stata affidata agli staff professionali della Scuola di danza Etoile di Ida Pezzotti, delle Scuole San Carlo e de L’Estetica di Torino mentre il servizio del pranzo di gala, ove gli ospiti sono stati letteralmente avvolti dalla mostra “Caravaggio Experience”, è stato curato dalla Scuola Alberghiera “Maggia” di Stresa e dall’Associazione Italiana Sommelier. Tante scuole cioè che possono offrire ai propri alunni la possibilità di vivere una esperienza formativa straordinaria.

Madrina della manifestazione la giovane campionessa paralimpica Nicole Orlando detentrice di quattro ori e un argento ai Campionati del Mondo, fissando il nuovo record del mondo nel triathlon; nel 2016 ha pubblicato un libro scritto a quattro mani con la giornalista Alessia Cruciani intitolato “Vietato dire non ce la faccio” EDIZIONI PIEMME che sta riscuotendo un grande successo di pubblico; inoltre ha partecipato all’undicesima edizione del programma televisivo Ballando con le stelle, classificandosi quinta in coppia con il ballerino Stefano Oradei.
Immancabile la presenza di un’amica dell’evento, l’attrice-conduttrice e imprenditrice Marina Castelnuovo (celebre sosia ufficiale di Liz Taylor), che per l’occasione ha donato una parure della sua collezione in Swarovski “Marina Castelnuovo Bijoux”, ispirata agli splendidi gioielli di Liz Taylor.

Domenica il viaggio di istruzione degli Allievi dell’Accademia Navale di Livorno è terminato con la partecipazione alla conferenza del magistrato Piercamillo Davigo, presidente della II Sezione Penale presso la Corte Suprema di Cassazione sul tema “Giustizia e sicurezza”. A mezzanotte, il brindisi per le “Cenerentola 2017″ è stato preceduto dalla spettacolare “sabrage” effettuata dall’Associazione Italiana Sommelier, cioè l’apertura con la sciabola di un Asti Secco Docg della cantina del Duchessa Lia; questo momento ha preceduto l’ingresso della gigantesca torta “Vienna sul Lago” che ha salutato l’edizione 2017 dando appuntamento alla XXIV edizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.