Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una delegazione svizzera di musicisti, professori e conservatori di musei in visita ad Imperia foto

Giovedì 12 ottobre alle 16 presentazione ed esecuzione musicale a cura del M. Giorgio Revelli

Più informazioni su

Imperia. Il territorio della nostra Riviera dei Fiori e della vicina Costa Azzurra sono sempre stati apprezzati per alcune loro particolarità legate alla natura, al paesaggio, all’architerrura degli antichi borghi e alle tradizioni locali. Queste sono le caratteristiche che hanno creato le basi di un turismo che ancora oggi vive di queste realtà.

In questa settimana che va dal 9 al 14 ottobre però una delegazione svizzera costituita da musicisti, professori, conservatori di musei visiterà un patrimonio locale meno conosciuto ma che risulta essere una eccellenza per i visitatori esteri: gli organi a canne conservati nelle nostre chiese. Il tour è stato organizzato dal Museo dell’organo Svizzero di Roche (VD).

L’associazione è nata per la tutela e la salvaguardia degli strumenti musicali della Confederazione Elvetica e quest’anno ha scelto di varcare i confini nazionali alla scoperta di diversi strumenti musicali davvero importanti e collocati proprio nella lingua di terra che si trova tra la Costa Azzurra e la Riviera dei Fiori. Per questo importante evento la delegazione ha voluto espressamente il M° Giorgio Revelli come organizzatore e come musicista referente sul territorio che verrà supportato da vari organisti locali per ogni evento.

Il programma è assai vasto e si dipanerà per una settimana intera con presentazione e concerto per ogni strumento visitato. Da domenica 8 ottobre 2017 fino a mercoledì 11 ottobre le visite sono state effettuate nel Principato di Monaco, Nizza e Val Roya (Breil, La Brigue e Tenda). Da giovedì il gruppo si trasferirà nell’imperiese e nell’albenganese.

Il programma che prevede visita, presentazione e concerto da parte del M° Revelli su ogni strumento è eccezionalmente aperto al pubblico locale.

Giovedì 12 ottobre 2017:
Collegiata San Giovanni a Imperia Oneglia alle 10.30 presentazione dell’organo Lingiardi et Bonizzi (1874) a cura del M° Silvano Rodi e concerto del M° Giorgio Revelli. Poi alle 14,30 alla chiesa di San Giorgio a Torrazza presentazione dell’organo Giovanni Battista Ciurlo (1778 – 1779) e concerto Giorgio Revelli. Alle 16 si prosegue per la presentazione ed il concerto sull’organo del Duomo di Imperia Porto Maurizio.

La delegazione proseguirà il pomeriggio con una visita presso Villa Grock ad Imperia. L’ultimo giorno prevede ancora la presentazione di tre importanti strumenti collocati presso la Collegiale di Sant’ Ambrogio e dell’Oratorio di Santa Caterina ad Alassio dove si potranno ascoltare l’organo Giuseppe Gandolfo del 1855, dell’ organo Giuseppe Zanin del 1960 e dell’organo Oltrachno.

L’ultimo appuntamento è fissato sempre venerdì alle 15 per la presentazione e l’ultimo concerto presso la Cattedrale di Albenga sull’organo Serassi del 1838. Una settimana davvero impegnativa per l’organista tabiese Giorgio Revelli che dopo questo progetto, il giorno successivo sabato 14 ottobre prossimo terrà un concerto all’interno del Festival “Ottobre Organistico Francescano” a Bologna, rassegna tra le più importanti sul territorio nazionale e che ha ospitato da 42 anni grandi nomi della musica internazionale per organo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.