Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo On porta nella città dei fiori il “Festival degli chef”, giuria guidata da Paolo Massobrio foto

Dal 28 settembre al 1 ottobre nei luoghi simbolo della città andrà in scena “Sanremo con gusto”

Sanremo. Grandi chef a confronto, cibo d’autore in vetrina, menu a tema nei ristoranti e ancora un villaggio con prodotti della terra, specialità vinicole nonché un ospite d’eccezione: il noto critico enogastronomico Paolo Massobrio. Forte del successo dello scorso anno, quando in concomitanza al trentesimo Consiglio nazionale di Slow Food ha ideato l’acclamata manifestazione “Slow On”, dal 28 settembre al 1 ottobre la rete d’impresa Sanremo On porta nella città dei fiori un nuovo evento dedicato al cibo.

“Sanremo con gusto”, questo il nome dell’iniziativa, racchiude quattro momenti strutturalmente differenti ma accomunati dal filone dell’eccellenza culinaria ed agroalimentare del territorio ligure, piemontese e lombardo: “Il Festival di Sanremo degli chef. I grandi cuochi a confronto”, “Slow On – Cibo d’autore al Forte. Mostra e incontri nel Forte di Santa Tecla”, “Il villaggio dei produttori. Prodotti della terra e vino negli stand all’aperto”, e “Menu a tema nei ristoranti. A tavola con i prodotti dei territori”.

Le mostre, gli incontri, le degustazioni e gli spettacoli che compongono il programma di “Sanremo con gusto” di cui punta di diamante sarà “Il Festival di Sanremo degli chef”, si snoderanno nei luoghi simbolo di Sanremo: l’antico Forte di Santa Tecla, l’area circostante fino alla piazza sul mare di Pian di Nave, il Casinò municipale con il Teatro dell’Opera e il Roof Garden, il Teatro Ariston e i migliori ristoranti locali. Vera e propria kermesse, l’iniziativa per la sua varietà e qualità è stata inserita nel calendario manifestazioni del Comune di Sanremo, ha assorbito al suo interno l’evento “Milano-Sanremo del gusto” promosso da Regione Liguria con le regioni Piemonte e Lombardia e godrà della collaborazione di Slow Food Italia, l’associazione mondiale punto di riferimento per il cibo “pulito, buono e giusto”.

Del resto, come sottolinea Roberto Berio del consiglio di amministrazione di Sanremo On, “L’evento aspira a diventare un appuntamento annuale di rilevanza anche nazionale ed è diretta espressione dell’obiettivo su cui è nata la rete d’impresa: rilanciare la città dal punta di vista commerciale, turistico e culturale attraverso situazioni attrattive e di qualità. L’ambizione è che qualcuno comprenda l’importanza di ‘Sanremo con gusto’ e se ne impossessi affinché il suo appuntamento clou, il ‘Festival di Sanremo degli chef’, diventi la seconda rassegna, il secondo evento più atteso della città. Non bisogna infatti dimenticare che il mondo del cibo e del vino rappresenta oggi uno dei settori di maggior interesse per il grande pubblico. Le trasmissioni televisive dedicate all’argomento sono molteplici e realizzare un evento simile può solo che aumentare la capacità commerciale e turistica di Sanremo“.

Dello stesso parere è anche Walter Vacchino, patron dell’Ariston e membro di Sanremo On, che aggiunge: “La sfida degli chef sarà ospitata nella sala Roof del Teatro e sarà aperta al pubblico (sono circa 200 i posti disponibili) dietro il pagamento del biglietto di ingresso il cui prezzo ruoterà intorno i 15 euro e comprenderà l’aperitivo con le specialità dei tre territori a confronto e bollicine. Abbiamo adottato questa formula per avere un doppio coinvolgimento, quindi attrarre sia i residenti sia i turisti. Ispirandosi per certi versi all’ultima strategia messa in campo da Amazon – sottolinea Vacchino – la nuova iniziativa di Sanremo On porterà il mondo del food, dei sapori, del gusto sulla rete: la sfida sarà trasmessa in diretta streaming il ché permetterà di trasmetterne l’importanza nella maniera più congeniale ai nostri tempi“.

Ecco nel dettaglio il programma della manifestazione:

“Il Festival di Sanremo degli chef”. In gara non gli aspiranti cuochi che vediamo ogni giorno nelle trasmissioni televisive ma circa una dozzina di chef già affermati dal punto di vista professionale che si sfideranno a colpi di fiamma sul palco del Roof del Teatro Ariston. Al termine della competizione/spettacolo i piatti migliori riceveranno un premio. Nessuna eliminazione né personalizzazione eccessiva ma solo attenzione ai piatti elaboratori che saranno esaminati e degustati da una giuria di qualità guidata dal critico Paolo Massobrio (“Personaggio food dell’anno”) e composta da noti palati del settore food. Appuntamento: venerdì 29 settembre al Teatro Ariston per la gara e sabato 30 settembre al Teatro del Casinò per la premiazione.

“Slow On – Cibo d’autore al Forte” . Al Forte di Santa Tecla saranno esposti i prodotti, le illustrazioni e le spiegazioni dei presidi Slow Food, avamposti della trazione italiana più antica e autentica. L’esposizione sarà implementata da altre mostre collaterali d’arte e dalla presentazione di libri sempre legati al filo conduttore del buon cibo e del buon vino. Ogni giorno sarà programmata una conferenza dibattito su temi di attualità con esperti del settore e/o rappresentanti di Slow Food. Nell’occasione, il Forte sarà anche sede dell’evento regionale “Milano-Sanremo del gusto”. Appuntamento: dal 28 settembre al 1 ottobre al Forte di Santa Tecla.

“Il villaggio dei produttori”. Davanti e intorno al Forte di Santa Tecla fino a Pian di Nave si potranno trovare degli stand con le specialità enogastronomiche e vinicole della Liguria, del Piemonte e della Lombardia. I prodotti potranno essere sia degustati che acquistati. Sarà presente anche la tensostruttura della “Milano Sanremo del gusto” a cura di Agenzia in Liguria e Regione Liguria. Appuntamento: dal 28 settembre al 1 ottobre al Forte di Santa Tecla e a Pian di Nave.

“Menu a tema nei ristoranti”. Nei ristoranti della città che hanno aderito all’iniziativa saranno proposti menu a tema con prodotti legati ai territori. Le proposte saranno tutte diversificate le une dall’altre in relazione alle materie prime utilizzate, alla mano del singolo chef e ai prezzi. I menu saranno visibili sul sito dell’evento così da permettere a residenti e turisti di sceglierli. Appuntamento: dal 28 settembre al 1 ottobre.

La manifestazione è stata realizzata grazie all’impegno della rete d’impresa Sanremo On, da sempre in prima linea nel rilancio della città. Il comitato direttivo ringrazia per la collaborazione: Comune di Sanremo, Regione Liguria, il main sponsor Unogas , gli sponsors EuroDrink e Costaligure nonché Olio Roi, San Paolo Invest, Hotel Royal, Gioielleria Abate, Altemasi Trento Doc, Intesa Grandi Impianti.

Alla conferenza stampa di presentazione svoltasi questa mattina al Teatro Ariston, oltre i già citati Berio e Vacchino, erano presenti: Flavio Alborno del consiglio di amministrazione di Sanremo On e i consulenti Moreno Chirichiello e Andrea Ventura.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.