Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Muore alle Bahamas uno dei principali indagati del deragliamento di Capo Rollo

Davanti al gup per la morte del reo a novembre si presenteranno solo cinque indagati

Andora/Cervo. In un incidente stradale accaduto il mese scorso alle Bahamas è morto Vincenzo Di Troia, 77 anni, milanese. Era  uno dei principali indagati nell’inchiesta del disastro ferroviario di Andora del 17 gennaio 2014. Di Troia era il proprietario del terrazzo adibito a parcheggio che era crollato insieme al costone di roccia sui binari a capo Rollo tra Andora e Cervo facendo deragliare l’Ic 660 Milano-Ventimiglia.

Il prossimo 8 novembre, insieme ad altre cinque persone tra impresari e tecnici, compresa la figlia Giulia, coinvolti nella realizzazione del manufatto, avrebbe dovuto presentarsi davanti al gup Fiorenza Giorgi in Tribunale a Savona. Morti con il pensionato lombardo anche la moglie e una figlia.

Per morte del reo figureranno nell’elenco la figlia Giulia, il marito Raffaele De Carlo; quindi il costruttore Damiano Bonomi, 78 anni e il tecnico bergamasco Giovanni Bosi, 73 anni, che aveva effettuato i controlli sulla stabilità del terrazzino. Quindi il genovese Franco Dagnino, 63 anni, di Campomorone, considerato un quadro della Ferservizi spa, società del gruppo Ferrovie dello Stato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.