Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amministrazione Capacci al capolinea, Palma e Savioli del gruppo “Per Imperia” si dimettono foto

Il gruppo consiliare ritiene che in maggioranza ormai non c’è più armonia né dialogo

Imperia. “Annunciamo la nostra disponibilità a dare le dimissioni insieme ad altri consiglieri che intendano fare altrettanto”, ha dichiarato Alessandro Savioli del gruppo consiliare di maggioranza “Per Imperia” nato dalle ceneri di “Imperia Cambia”, che nel 2012 ha appoggiato la candidatura del sindaco Carlo Capacci, “Il messaggio che mandiamo agli altri è di prendersi le loro loro responsabilità: vediamo se seguiranno o meno la nostra linea politica”.

Il gruppo Per Imperia, dopo molteplici riflessioni, anche a seguito degli ultimi avvenimenti nei consigli comunali e dopo le notizie apprese a mezzo stampa ritiene che l’amministrazione Capacci sia finita a causa della mancanza di armonia e dialogo.
“Occorre serietà e trasparenza nelle scelte”, hanno dichiarato i due consiglieri, “Ci prendiamo le nostre responsabilità e annunciamo la nostra disponibilità a presentare le dimissioni contestualmente ad altri consiglieri che ritengano conclusa questa amministrazione”.

Consapevoli del fatto che due dimissioni su un totale di 17, quelle che servirebbero per far cadere l’amministrazione comunale, non servirebbero a nulla, i due consiglieri hanno deciso di lanciare l’esca per tastare il terreno. Qualora tutta la minoranza compatta (formata da 12 consiglieri) dovesse decidere di rassegnare le proprie dimissioni, all’appello basterebbero altri tre consiglieri di maggioranza per far finire prima del tempo i cinque anni di mandato di Capacci.

“Non voteremo alcuna mozione di sfiducia nei confronti del sindaco al quale rinnoviamo la nostra stima personale, anche se non politica”, hanno aggiunto i Palma e Savioli, “Il rispetto nei confronti di sindaco, assessori e consiglieri ai quali non chiediamo nulla è massimo, ma occorre essere seri e leali e ad oggi la situazione è diventata insostenibile anche nei semplici rapporti umani”.

Della decisione annunciata oggi a mezzo stampa, i due consiglieri dichiarano di non aver parlato con nessuno, ad eccezione del sindaco Capacci che ne avrebbe preso atto senza commentare né in positivo né in negativo quello che potrebbe essere l’inizio della fine della sua amministrazione. “Non faremo squadra con nessuno”, hanno concluso i due consiglieri, “Anche se non nascondiamo che ci stiamo muovendo con amici per creare qualcosa per il futuro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.