Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riva Ligure, installata la “Panchina gigante”: è rossa, ecosostenibile e a zero metri dal mare foto

Lunga 4 metri ed alta 3, è stata costruita con assi di legno recuperate dalla realizzazione della passerella a mare sul Rio Caravello

Riva Ligure. E’ stata installata oggi la  “Panchina gigante” a zero metri dal mare. Lunga 4 metri ed alta 3, è stata costruita con assi di legno recuperate dalla realizzazione della passerella a mare sul Rio Caravello.

Le “Panchine giganti” sono spesso conosciute per immagini, ma una volta che si siede su una di esse e si prova la sensazione di godersi la vista come se “si fosse di nuovo bambini”, si vive un’esperienza intensa, da condividere con gli altri. Le panchine sono fatte per rilassarsi, a differenza di una sedia o di una poltrona sono larghe abbastanza da accogliere uno o più amici.

“Abbiamo preso spunto – dichiarano il sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra e l’assessore al Turismo Francesco Benza – dalle numerose installazioni che si possono ammirare nelle Langhe. Il nostro auspicio è che la panchina divenga velocemente un’attrazione per i visitatori della zona. Sarà installata nei giardini di Piazza Ughetto – continuano – con vista panoramica e contemplativa e sarà liberamente accessibile al pubblico. Ringraziamo gli operai Tino Rizza e Mario Franza che, nei ritagli di tempo, hanno lavorato alla sua realizzazione.
L’annuncio dell’installazione della “Panchina gigante” avviene nella settimana della Festa della mamma. Scelta non casuale quella della data del lancio dell’iniziativa, in quanto l’opera sarà verniciata di rosso come monito contro la violenza sulle donne e in favore di una cultura di parità.

“Diversamente rispetto alle mostre temporanee o agli eventi, – aggiungono il Sindaco ed il consigliere incaricato alle Pari opportunità Giordana Castore – la Panchina gigante rossa resterà ogni giorno presente nella location prescelta come monito per la difesa dei diritti delle donne e contro il femminicidio. Oltre a rappresentare un “monumento” civile dal significato immediato, – concludono – la panchina rossa ha anche il valore aggiunto di coinvolgere: si tratta di un modo semplice di fare comunità intorno ad una tematica, quella del femminicidio, purtroppo sempre più alla portata di tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.