Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primarie del PD, a Sanremo il comizio dell’anti-Renzi: il ministro di Grazia e Giustizia Andrea Orlando fotogallery

Erano presenti vari esponenti del PD provinciale: l’assessore Leandro Faraldi, Sergio Scibilia, la senatrice Donatella Albano e il segretario provinciale Pietro Mannoni

Sanremo. A meno di 10 giorni dalle elezioni primarie del Partito Democratico, il ministro di Grazia e Giustizia Andrea Orlando è in città a Pian di Nave per perorare la sua causa e proporsi come quello che forse è l’unico anti-Renzi all’interno del PD.

riviera24 -  Sanremo  comizio Andrea Orlando

“Mi sono candidato alla guida del Partito Democratico – ha esordito il Ministro – perché la scelta che abbiamo di fronte è molto seria. Se dare una nuova chance ad un leader che ha perso il referendum o dare una nuova prospettiva al PD, cose che non coincidono. Il PD nel corso di questi anni si è isolato dalla società dal punto di vista politico e ha rotto rapporti essenziali. Ha rotto con i giovani e con le fasce più deboli della popolazioni. Ce lo ha ricordato il referendum. Quest’ultimo ci ha anche ricordato che più ci si sposta lontano dalle città e nelle zone più sofferenti ha vinto il NO. Il nodo fondamentale è che la crisi ha creato nel nostro paese condizioni di disuguaglianza maggiori che in passato. Il Pd deve lavorare per ridurre queste distanze. C’è un pezzo di società che quando viene tagliato fuori vota a destra”. Uno scroscio di applausi, dalla piccola folla che seguiva il comizio, Orlando lo ha strappato quando ha detto: “Non vedo perché uno che guadagna quello che guadagno io non possa pagare l’Imu sulla prima casa, se questo potesse servire a dare almeno 800 euro a una famiglia di 3 persone.”

Al comizio erano presenti vari esponenti del PD provinciale: l’assessore Leandro Faraldi, Sergio Scibilia, la senatrice Donatella Albano e il segretario provinciale Pietro Mannoni. La giornata sanremese del ministro, iniziata con la deposizioni di un mazzo di garofani rossa dal monumento al Partigiano, si è conclusa con una vista al Forte di Santa Tecla, da poco ristrutturato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.