Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da rivenditore a produttore: l’integrazione a monte come chiave del successo di Andy Nutricati

Intervista all’imprenditore e stilista di Seta moda, l’azienda di Sanremo specializzata nella realizzazione e nella vendita di accessori moda in seta e tessuti nobili

Sanremo. Qual è il vantaggio competitivo dell’integrazione a monte, cioè di quel fenomeno attraverso cui un’azienda acquisisce il timone delle fasi iniziali del suo processo produttivo? Ne parliamo con Andy Nutricati, imprenditore e stilista di Seta moda: l’azienda di Sanremo specializzata nella realizzazione e nella vendita di accessori moda in seta e tessuti nobili.

Buongiorno, chi è Seta moda di Andy Nutricati?

Seta moda è un’azienda creativa, produttrice, dinamica, presente sul mercato internazionale per fornire un servizio che sia in grado di soddisfare le sempre più ampie esigenze dei clienti. La produzione avviene al 100% sul territorio italiano, unendo lavorazioni ricercate e materiali di altissima qualità. Proponiamo accessori moda che arricchiscono il look rendendolo personale e sofisticato sia nel quotidiano, sia nelle occasioni più importanti e mondane. Ogni prodotto è contraddistinto dalla cura per il dettaglio e da uno stile unico. Ad esempio, una delle ultima collezione realizzate per l’estate 2017 è ispirata alle più note mete turistiche della Costa Azzurra e della Riviera Ligure e presenta una selezione di tessuti morbidi e pregiati, arricchiti da stampe esclusive e vivaci.

Cosa l’ha spinta a intraprendere questa attività?

Ho iniziato a muovere i primi passi nel settore da ragazzo vendendo sete nei mercati locali, inizialmente non di mia produzione. La mia curiosità, la mia voglia di conoscere il prodotto che vendevo nella sua totalità mi ha spinto a viaggiare: sono andato fino in Cina per apprendere i segreti di lavorazione della seta, per studiarne i processi produttivi e scoprire con i miei stessi occhi le coltivazioni dei gelsi e dei bachi da seta. Sempre più affascinato e coinvolto dalla materia, ho così iniziato a girare per le più grandi fiere nazionali e internazionali, appuntamenti a 360° dove conoscere le maggiori aziende del settore, con molte delle quali, nel corso degli anni, ho anche incominciato a collaborare.

Oggi il sistema di produzione della sua azienda si basa su una strategia di integrazione a monte, come si è avvicinato ad essa?

Per acquisire maggior mercato, per rispondere adeguatamente alle richieste dei clienti e per ridurre i costi, essendo sempre più proiettato a costruire qualcosa di mio, ho iniziato a creare le mie collezioni e da semplice rivenditore sono passato ad essere produttore. Ho iniziato così a seguire tutti i processi di lavorazione: dalla grafica alla scelta dei colori di tendenza, dalla selezione dei tessuti a quella dei modelli, dando vita al progetto Seta Moda divenuto poi Andy Nutricati. Nel corso degli anni l’azienda è cresciuta notevolmente, il ché mi ha fatto comprendere che era il momento di creare un nuovo marchio capace di rappresentare la trasformazione. A tal fine, ho scelto un levriero con una sciarpa colorata al collo: il levriero simboleggia l’eleganza, la sciarpa invece il cambiamento.

Qual è il vantaggio competitivo della sua azienda?

Propongo accessori di qualità per qualsiasi occasione e che rivolgo al consumatore sia attraverso la vendita diretta tramite un negozio online, che garantisce prezzi competitivi sia offrendo alle aziende la possibilità di creare e personalizzare i loro prodotti mediante tessuti di differenti tipologie e composizione, le quali possono soddisfare le esigenze di ogni cliente. Una strategia che, affiancata alla lunga esperienza, ha permesso di sviluppare il Business to business.

Quali consigli si sente dare a chi vuole intraprendere un’attività come la sua?

Posso solo consigliare di seguire i propri sogni con coraggio e determinazione, cercando di non mollare mai, neppure nei momenti più bui, neppure quanto tutto sembra nella direzione sbagliata. Bisogna sempre tenere duro e crederci fino in fondo.

 

Intervista realizzata in collaborazione a DCT (Dianoia Consulting Team) per #RealTimeBusiness, la rubrica di Riviera24.it dedicata al mondo imprenditoriale e del libero professionismo. Per domande o informazioni scrivi a rubricartb@gmail.com; oppure segui le discussioni sul gruppo facebook #RealTimeBusiness: un team di esperti ti aiuterà a risolvere i problemi della tua impresa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.