Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Casinò di Sanremo alza il sipario su “Libri da gustare”. Il consigliere Romeo “Valorizziamo l’editoria enogastronomica e le tipicità locali” fotogallery

Primi ospiti della rassegna, giunta alla XXa edizione, gli autori Eleonora Cazzanello e Bruno Gambarotta

Sanremo. Gioco, cultura e anche enogastronomia. Questo pomeriggio la sala Biribissi del Casinò di Sanremo ha alzato il sipario sulla ventesima edizione di “Libri da gustare”: la rassegna dedicata all’editoria enogastronomica e di territorio ideata dalla “donna del vino” Claudia Ferraresi e promossa dalle associazioni culturali “Ca dj amis” e “Ristoranti della tavolozza“.

Riviera24 - Il Casinò di Sanremo alza il sipario sulla rassegna "Libri da gustare"

Oggi iniziamo un importante percorso culturale ed enogastrononico – spiega Olmo Romeo, consigliere della casa da gioco sanremese -. Diamo infatti il via alla rassegna dedicata alla cultura del cibo e del buon vino, che esalta i libri da gustare, valorizza le tipicità etnologiche e territoriali e quelle produzioni che nascono dall’amore di tanti nostri operatori.

Ospiti della prima di “Libri da gustare”, Eleonora Cozzella con il volume Pasta Revolution. La pasta conquista l’alta cucina (Giunti editore) e Bruno Gambarotta con Non si piange sul latte macchiato (ed. Manni). Entrambi gli autori si sono presentati al pubblico con l’apporto di Claudio Porchia, presidente dell’associazione “I ristoranti della tavolozza.”

I libri di oggi. Pasta Revolution. La pasta conquista l’alta cucina di Eleonora Cozzella, Giunti editore. Quanti italiani sanno che fino a dieci anni fa circa la pasta era impensabile nell’alta cucina? Eleonora Cozzella racconta la rivoluzione di un ingrediente che da ordinario è diventato gourmet. Un appassionato racconto sull’evoluzione della pasta, dalle origini allo sviluppo del design e dei formati, fino all’arte di inventare nuove ricette (variando il sugo ma non solo), con una particolare attenzione alla ricerca di nuove tecniche e sapori. Moderne interpretazioni gourmet, aneddoti curiosi, preziose informazioni poco conosciute cui l’autrice aggiunge le ricette di alcuni grandi chef.

Non si piange sul latte macchiato di Bruno Gambarotta edizioni Manni è un’estemporanea di pittura durante la sagra del maiale di San Venanzio, il concorso di poesia per San Valentino, una tavola imbandita di ravioli e innaffiata di barolo del pranzo di Natale, l’antico castello come set di uno spot televisivo, il laccato ingarbugliato mondo del cinema, Torino colma di gianduiotti fin nelle fondamenta, un condominio con portinaia e annessa mattacchiona, il cenone di Capodanno con finale a sorpresa: questi gli scenari delle otto storie gialle che tengono col fiato sospeso e fanno divertire, scritte dalla penna ironica ed elegante di Bruno Gambarotta.

Il concorso. La rassegna, che raggiunge l’importante traguardo della ventesima edizione, presenta molte e importanti novità. La prima riguarda il regolamento del concorso: una commissione composta da giornalisti, librai, chef, gourmet e semplici appassionati di cucina assegnerà le otto targhe di “Libro da gustare” alle pubblicazioni selezionate fra quelle pubblicate nel corso del 2016. Le sezioni in concorso sono tre: Cultura del cibo (saggi, ricettari, guide che raccontano ed approfondiscono, anche utilizzando il solo linguaggio visivo, la storia e la cultura del cibo); Cultura del vino e del bere (saggi e guide che raccontano ed approfondiscono, anche utilizzando il solo linguaggio visivo, la storia e la cultura del vino); Il cibo in Letteratura (narrativa nella quale il cibo è il tema attorno a cui si sviluppa il racconto oppure dove il cibo riveste un ruolo particolare nel tessuto narrativo). La consegna delle targhe di “Libro da gustare” sarà ospitata in primavera dal Casinò di Sanremo con iniziative che prevedono anche degustazioni. Durante l’anno sono inoltre previste diverse iniziative di presentazione dei libri in concorso non solo nell’ambito d’importanti manifestazioni editoriali, come i saloni del libro di Milano e Torino e alcuni festival letterari di importanza nazionale, ma anche all’interno di manifestazioni dedicate all’enogastronomia. In autunno si svolgerà la cerimonia di assegnazione del Premio “Claudia Ferraresi, Libro più gustoso dell’anno” e le menzioni speciali che, come tradizione verranno attribuite a un editore, per l’attenzione portata alla veicolazione della cultura del cibo, del vino e del territorio; a un critico, per l’impegno volto a valorizzare la cultura del cibo, del vino e del territorio ed a un artista, per la sensibilità a rappresentare il tema del gusto.

I “Libri da gustare” (anno 2017). Per la sezione Cultura del cibo: Pasta Revolution. La pasta conquista l’alta cucina” di Eleonora Cozzella, Giunti editore Vito con i suoi di Stefano Bicocchi Edizioni Gambero Rosso; Il Decamelone. 100 ricette con zucche, zucchine, meloni di Anna Ferrari, Blu edizioni. Per la sezione  Cultura del vino e del bere: I Signori del vino di Marcello Masi e Rocco Tolfa, Edizioni Rai ERI; La Barbera è femmina. Viaggio non solo sentimentale alla scoperta del vino e di un’Italia che cambia di Marzia Pinotti, Ed. Estemporanee; Storia moderna del vino italiano di Valter Filipputi edizioni Skira. Per la sezione Il cibo in letteratura: Non si piange sul latte macchiato di Bruno Gambarotta edizioni Manni; Il rovo di bosco. Racconti e ricette per i sensi e per l’anima di Elisa Caimi, ed. Eventualmente

Il calendario. Venerdì 17 febbraio: Pasta revolution. La pasta conquista l’alta cucina di Eleonora Cozzella, Giunti editore; Non si piange sul latte macchiato di Bruno Gambarotta, edizioni Manni. Venerdì 3 marzo: La Barbera è femmina. Viaggio non solo sentimentale alla scoperta del vino e di un’Italia che cambia di Marzia Pinotti, edizioni Estemporanee; I Signori del vino di Marcello Masi e Rocco Tolfa, edizioni Rai Eri. Venerdì 17 marzo: Vito con i suoi di Stefano Bicocchi, edizioni Gambero Rosso; Il rovo di bosco. Racconti e ricette per i sensi e per l’anima – Elisa Caimi, edizioni Eventualmente. Venerdì 7 aprile: Storia moderna del vino italiano di Valter Filipputi, edizioni Skira; Il Decamelone. 100 ricette con zucche, zucchine, meloni di Anna Ferrari, Blu edizioni. Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sala Biribissi del Casinò di Sanremo con inizio alle ore 17.30. A seguire una degustazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.