Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Claudio Scajola a Genova alla convention di Parisi, “Costruire il centro del centro destra”

"Imperia è in declino, c'è bisogno quindi di un grande impegno"

Genova. “La presenza di Stefano Parisi a Genova con il suo ‘Energie per l’Italia’ non e’ una sfida al governatore della Liguria e consigliere politico di Silvio Berlusconi, Giovanni Toti.” Lo ha detto lo stesso Parisi rispondendo alle domande dei giornalisti, sottolineando che la sua presenza nel capoluogo ligure “e’ un contributo a tutta l’area del centrodestra e non e’ una sfida a nessuno, ci mancherebbe altro”.

Ma c’era anche Claudio Scajola a capitanare la truppa imperiese all’evento organizzato da Stefano Parisi a Genova e l’ex ministro degli interni alla domanda del cronista se il movimento di Stefano Parisi è alternativo a Forza Italia, ha così risposto: “Conosco Stefano Parisi da molti anni ed a lui Berlusconi ha chiesto di darsi da fare per recuperare i centristi, perchè ad oggi dobbiamo costruire il centro del centro destra, altrimenti c’è solo la destra. Parisi – prosegue Scajola – ha il compito di unire, non di escludere tutti quegli elettori che si riconoscono nei valori liberali e popolari: non rottamiamo nessuno, anzi l’intento è quello di aprirsi ancor di più alla società civile. A Genova il teatro era pieno sopra e sotto e pertanto è un segnale importante, il compito di Parisi è unire la novità all’esperienza, di includere ma soprattutto di ricostruire  il centro.”

Un centro che secondo Scajola dovrà essere composto da liberali, popolari, cattolici e riformisti e che “Parisi non è un’alternativa ma uno strumento per costruire un progetto.”

Ma i centristi potrebbero allearsi con la Lega Nord di Salvini che negli ultimi tempi ha un aspetto di un partito di destra estrema? “Con la Lega Nord c’è stata un alleanza, a livello locale in alcune realtà si governa insieme ma il nostro scopo – evidenzia Claudio Scajola – è quello di costruire il centro e un’alternativa di governo vincente. E’ chiaro che bisogna confrontare programma e proposte e se si saprà costruirlo insieme si deciderà.”

E infine una domanda su Imperia che tra circa un anno e mezzo andrà al voto. Se Claudio Scajola sarà a capo di una lista che sfiderà Carlo Capacci che ha annunciato una sua ricandidatura, è presto per dirlo ma l’ex sindaco Scajola afferma: “Imperia è in declino, c’è bisogno quindi di un grande impegno, oltre ad individuare le persone migliori per rilanciare la città.”

(Foto Leoni – Genova Repubblica)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.