Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, a Palazzo Garnier incontro per realizzare pozzo in Burkina Faso. Sindaco Pallanca: “Iniziativa lodevole per aiutare gli africani a non abbandonare l’Africa”

"Abbiamo un debito con l'Africa"

Bordighera. “Darò la massima disponibilità affinché si concretizzi il progetto per la realizzazione di un pozzo a Komsilga, in Burkina Faso”. Proficuo l’incontro svoltosi ieri a Palazzo Garnier tra il sindaco Giacomo Pallanca, l’associazione piemontese Vita Consacrata (AVC), la Caritas Intemelia e l’hotel Villa Elisa, che sarà location di un incontro volta raccogliere fondi.
AVC, per il quale era presente la volontaria Mara Cassano, ha proposto al sindaco, in quanto rappresentante della città di Bordighera, di aderire, concedendo il patrocino, al progetto volto a costruire un pozzo per l’acqua potabile nel villaggio africano.

“L’idea di collaborare ad un progetto di solidarietà alle popolazioni svantaggiate del Burkina Faso ha trovato l’interesse del sindaco Pallanca che ha saputo dare anche buoni consigli noi organizzatori”, ha dichiarato la signora Cassano, “Entro poche settimane ci sarà una riunione di verifica del progetto che AVC, insieme alla Caritas, presenteranno per poter ricevere il patrocinio dell’evento solidale che verrà descritto più dettagliatamente nelle prossime settimane”.

“L’obiettivo è quello di creare i presupposti per poter far vivere le persone in modo decoroso nei propri paesi di origine”, ha spiegato Giacomo Pallanca, “Il primo passo è proprio quello di finanziare piccole opere finalizzate a far vivere dignitosamente queste persone. Siccome ho sempre sostenuto che non ho nulla nei confronti dei migranti, ma sono contrario a questa forma incontrollata di accoglienza, ritengo importante questo intervento che può contribuire a far crescere un paese in modo tale che i suoi abitanti non siano costretti ad abbandonarlo. Questa è davvero un’iniziativa lodevole che appoggerò con quelle che sono le mie possibilità”. 

La cifra da raggiungere non è altissima: il costo per la realizzazione del pozzo è di 5mila euro. “Il mondo occidentale , sia antico che moderno, ha depredato completamente il continente africano“, ha aggiunto Pallanca, “Abbiamo dunque un debito molto importante nei confronti dell’Africa che non si deve pagare con un’accoglienza indiscriminata, ma attraverso degli investimenti in modo che gli stati africani possano essere al pari degli altri”.

Fra poche settimane, dunque, si conosceranno i dettagli dell’evento che verrà organizzato nell’albergo Villa Elisa in via Romana per contribuire alla causa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.