Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Vele d’Epoca Imperia, oggi la regata finale e domani la parata a Oneglia

Verso la conclusione del trentennale della manifestazione ospitata nelle acque del mare imperiese

Imperia. Si avvia verso la conclusione il raduno numero 19 delle Vele d’Epoca di Imperia. Oggi si disputerà la terza e ultima regata in programma con gli scafi impegnati in mare davanti al golfo del capoluogo. Finita la regata alcune imbarcazioni lasceranno Imperia per la Costa Azzurra. Ma saranno molte quelle che resteranno ormeggiate  in banchina per due eventi di forte richiamo: lo spettacolo pirotecnico di questa sera con i fuochi lanciati dalla banchina Medaglie d’Oro e quindi la grande parata di domani davanti a Oneglia.  Gli equipaggi, che saranno schierati sulla tolda, hanno riscoperto un’antica tradizione marinara con una sorta di “inchino” al passaggio. Una giuria assegnerà un apposito premio destinato all’eleganza dello scafo e dei suoi occupanti. Nell’ultima edizione aveva vinto Olympian, P Class del 1913, presente anche al Raduno di velieri di quest’anno.

Inaugurata nel 1986 grazie all’intuizione di Pier Franco Gavagnin, direttore di Portosole Sanremo, la manifestazione ha subito occupato un posto importante tra le regate classiche nel Mediterraneo. Il primo raduno vide la partecipazione di 30 imbarcazioni e col tempo, grazie anche al circuito Panerai Classic, il numero è aumentato quasi di tre volte tanto. Sono infatti più di 80 le vele iscritte, tra le quali anche quattro imbarcazioni che hanno partecipato alla prima edizione: Alzavola, Caroly, Mariette e Vistona.

vele d'epoca imperia

Ma in banchina e in regata quest’anno ci sono anche Eilean, il ketch bermudiano datato 1936 e di proprietà di Officine Panerai, Rhea e Latifa, entrambe classe 1936. Festeggiano invece il secolo di vita in mare, Chinook e Rowdy. Per la prima volta a Imperia, invece, Spartan, costruita negli Stati Uniti nel 1913 e al suo primo circuito in Mediterraneo, Resolute Salmon, vincitrice nel 1976 della One Ton Cup e da anni sanremese di adozione ed Enterprise del 1939. Due 12 metri saranno presenti in banchina a segnare il passato e gli anni recenti della Coppa America: l’italiana Emilia, classe 1930, e Kookaburra III, Spirit of tradition del 1986, al suo primo Raduno imperiese.

vele d'epoca imperia

Per garantire la sicurezza dei partecipanti la Capitaneria di Porto ancora oggi e domani coordinerà gli interventi anche dell’idroambulanza «Gianni Cozzi» della Protezione civile SS. Trinità.  E ancora oggi sarà possibile vedere in anteprima il nuovo Museo navale ai Docks.

(Le foto sono di Inside Video Imperia)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.