Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Un anno fa moriva in un incidente Pino Tuscano, ancora vivo il ricordo tra gli amici fotogallery

La vittima del drammatico incidente aveva solo 17 anni, abitava con i genitori al Poggio

Sanremo. Esattamente un anno fa moriva in un incidente in corso Mazzini a Sanremo Giuseppe “Pino” Tuscano, aveva solo 17 anni. Una tragedia che ancora oggi viene ricordata dagli amici del giovane che non l’hanno dimenticato e che il giorno del suo funerale avevano lasciato mo messaggi commossi sui social network.

L’incidente in cui aveva perso la vita il ragazzo era accaduto a notte fonda. “Pino” viaggiava insieme ad un marocchino di 35 anni a bordo di un’auto, una Opel Astra, che dopo aver carambolato contro la protezione dell’Aurelia per poi finire in una scarpata dopo un volo di una decina di metri. Due gli indagati di omicidio da parte del pm Marco Zocco della Procura della Repubblica di Imperia: nel mirino della magistratura era finito proprio il marocchino che era alla guida della Opel Astra  e il giovane che era alla guida della Fiat Grande Punto che che secondo gli inquirenti sarebbe stata impegnata in una “gara” con la Opel (le due auto erano state sequestrate ndr). Dalla ricostruzione successiva era stato accertato che le due auto procedevano verso levante. I ragazzi avevano trascorso una serata in un locale di Bordighera.

Secondo una prima ricostruzione, le due auto viaggiavano affiancate e viaggiavano a forte velocità. Ad un certo punto l’Astra si era trovata di fronte i fari di un’auto che procedeva in senso opposto. Si trattava di una pattuglia di carabinieri. La frenata, le auto che avevano iniziato a slittare, l’urto prima contro un muro sulla sinistra della carreggiata e poi il rimbalzo sul lato destro. È qui, verosimilmente, che Pino Tuscano, che era stato sbalzato fuori dall’abitacolo. L’auto aveva distrutto un muretto ed era poi precipitata nella scarpata. La notizia della morte del diciassettenne si era diffusa rapidamente in città tra dolore e incredulità. Tantissimi gli amici che poi avevano partecipato al funerale celebrato nella chiesa degli Angeli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.