Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Post gara derby, il commento di Riolfo e Caboni

Arma di Taggia. La terza giornata di campionato ha visto scontrarsi due squadre dalle rivalità molto accese e di certo lo spettacolo calcistico non è mancato allo Sclavi. Infatti, l’atteso derby tra Argentina e Unione Sanremo, finito con il risultato di uno a uno ha sicuramente lasciato qualche rammarico sia da una parte che dall’altra. Al termine dei novanta minuti, il pareggio è un esito onesto che però lascia accesa qualche polemica sull’espulsione del centrale biancazzurro Sirigu.

Ecco le interviste post gara della terza giornata di campionato rilasciate da Mister Riolfo e dall’autore del gol matuziano, Caboni.

Mister trova più dispiacere ad aver subito gol a cinque minuti dalla fine o l’espulsione di Sirigu?

“Trovo che tutti e due siano spiacevoli per come ci siamo comportati, l’espulsione di Sirigu era proprio totalmente inesistente, lui va per calciare e allontanare il pericolo, sfortunata mente prende l’avversario ma al massimo era a mio avviso un fallo d’ammonizione, l’arbitro ha dichiarato più volte che si trattasse di gioco pericoloso, dritto sulla tibia, ma non penso sia esattamente cosi. Quello è stato un episodio che rischiava di compromettere la partita e, a mio avviso ha compromesso l’andamento del match. Siamo stati bravi a crederci su un errore della difesa che ci ha consentito di passare in vantaggio, purtroppo il gol del pareggio è arrivato da calcio piazzato e questo ci dispiace tanto.”

Due volte ad Arma e due volte in dieci uomini, cosa ne pensa di questa sorta di “maledizione”?

“Essendo un derby entrambe le squadre volevano fare il risultato, chiamiamola maschia ma mai cattiva, abbiamo cercato di fare interventi decisi senza andare mai oltre quello che è lecito, ci ha pensato l’arbitro che con l’espulsione ha rovinato la nostra ultima mezz’ora e ci ha costretto a rimanere bloccati dietro a difendere il risultato trovato, peccato ci stavamo riuscendo,”

Mister si aspettava un gara così equilibrata?

“I match sono tutti equilibrati, l’Argentina ha fatto la sua signora partita chiudendo gli spazi centrali per non farci sviluppare gioco, abbiamo fatto qualche errore di disimpegno ma altrettanto abbiamo avuto le nostre chance con Palumbo e Gaeta.”

Quanto è mancato il pubblico?

“Il pubblico non gioca ma penso che con il supporto dei tifosi poteva andare diversamente, loro fanno sempre la sua parte, ritengo inoltre che abbia penalizzato i padroni di casa perché potevano fare un buon incasso, la gara poteva essere vista tranquillamente senza problemi.”

Caboni invece ha ribattuto:

Primo gol in campionato, da grande attaccante hai saputo approfittare bene di un errore del difensore e del portiere. Che cosa ti senti di dire?

“Si, il gol è arrivato su un loro errore e fortunatamente era arrivato in un momento della partita in cui noi stavamo soffrendo perché eravamo già in dieci, dovevamo forse essere più cattivi sul finale. Dispiace aver preso gol a cinque dalla fine, avrei preferito vincere la partita e non aver segnato ma va bene così.”

A chi dedichi il tuo gol?

“Sicuramente ai miei genitori che mi seguono sempre anche se sono lontani da me, poi ovviamente al mister e ai compagni, e niente, da martedì sotto con gli allenamenti a pensare al prossimo impegno.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.