Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Master floricolo per Aboubakar e Mari studenti-richiedenti asilo: istruzione è integrazione fotogallery

"Pensiamo di rimanere in Italia a lavorare per poi portare ai nostri amici in Africa questa esperienza"

Sanremo. C’erano anche Aboubakar e Mari, da Mali e Senegal, due richiedenti asilo che hanno partecipato alla alla sesta edizione della Summer School di floricoltura, sotto l’egida dell’Università di Torino e l’Istituto regionale, il CREA e i vari soggetti gestori degli istituti di floricultura che si è aperta lunedì proprio all’Istituto regionale per la Floricultura di Sanremo.

Il tutto è nato da un’idea di Marco Devecchi docente di floricoltura all’Università di Torino, lo scorso luglio, da un incontro su questo tema a Grimaldi di Ventimiglia che ha proposto al direttore della Caritas diocesana Maurizio Marmo e al vescovo Suetta di includere anche i due ragazzi richiedenti asilo, con già studi alle spalle di questo genere, di partecipare all’edizione 2016 della Summer School che quest’anno è stata dedicata all’agricoltura di montagna.

“Pensiamo di rimanere in Italia a lavorare per poi portare ai nostri amici in Africa questa esperienza, un modo per parlare meno di migranti”, hanno detto Aboubakar Diarra e Mari Gikine.

I due giovani, assieme ad altri dodici studenti sono stati insigniti di un attestato professionale che potrà essere usato per le attività future in ambito agricolo e floricolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.