Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

I Black Lions Imperia hanno aperto ufficialmente il secondo evento Softair “Combat”

La gara ha visto predominare il Team “Devil Dogs” proveniente dalla Val Borbera , seguito dai “Green Thunder” di Savona e dal “Nucleo Briganti” di Imperia

Imperia. Una corsa contro il tempo, alle otto del mattino di una splendida domenica, ha aperto ufficialmente il secondo evento Softair “Combat”, a scenari dinamici, organizzato dall’ASD “BlackLions”, di Imperia in quel di Prati Piani, deliziosa località circa sei chilometri a monte di Carpasio, appena sotto il Colle d’Oggia.

Il “Softair”, o tiro tattico sportivo, nasce in Italia nei primi anni ‘90 ed è un’attività ludico ricreativa di squadra, basata sulla simulazione non violenta di giochi tattici. Questa disciplina prende il nome dall’utilizzo delle “ASG”, o Air Soft Gun (in inglese letteralmente “arma ad aria soffice, leggera”), ed è caratterizzata da una grande varietà di giochi diversi, che comprendono varie tipologie e metodi, spaziando da un approccio solamente ludico ricreativo ad un approccio agonistico sportivo, fino ad un approccio strategico simulativo.

Nonostante l’apparenza bellicosa, il soft air è innocuo e non violento, basato esclusivamente sul corretto confronto sportivo: l’onestà e la correttezza sono i principi cardine sui quali si fonda questa disciplina sportiva.

La particolarità di questo gioco è l’essere basato completamente sulla correttezza del singolo giocatore: è infatti dovere del giocatore, nel momento in cui avverte l´impatto del pallino avversario, alzare la mano e gridare “colpito!!!”, dichiarandosi così eliminato ed abbandonando l’area di gioco.

Durante le giocate, oltre ad osservare la massima onestà e correttezza nei confronti degli avversari, bisogna rispettare severe norme di sicurezza, e indossare determinati dispositivi di protezione individuale necessari, quali soprattutto protezioni per gli occhi e per il viso in genere, oltre che ginocchiere e gomitiere, guanti e copricapo.

L’evento tenutosi a Prati Piani è stato organizzato nella classica formula del “Combat”, ovvero con la prospettiva di affrontare diversi “Obiettivi” (od “Obj”, una sorta di “prova speciale”, in analogia con il mondo del Rallye) nei quali affrontare avversari armati anch’essi di “armi” Softair (che “armi” non sono proprio, se non nell’aspetto…), e nello schema preordinato di uno specifico punteggio per ogni azione, decisione od interpretazione della “trama” e di un contesto scenografico estremamente dinamico. La Direzione Gara ha potuto godere della struttura “La Vita è bella – pratipiani.com” messa a disposizione dagli Amici Monica ed Andre Smit.

Ogni Team in gara – per un totale di 10 squadre da otto atleti ciascuna, provenienti da diverse parti dell’Italia nordoccidentale – ha dovuto affrontare scenari nei quali percorrere un tratto di bosco nel minor tempo possibile, raccogliere ogni tipo di informazione possibile alla corretta interpretazione del “torneo”, liberare un gruppo di “bambini schiavi” (tutti atleti del “Settore Giovanile Sentinel” dell’ASD BlackLions, di recente istituzione) impiegati in una miniera d’oro a cielo aperto sotto la minaccia di aguzzini armati fino ai denti, superare un tratto di confine vigilato da un agguerrito gruppo di guardie di frontiera, contattare una persona particolare in un villaggio ricostruito con dovizia di particolari a circa 1.100 metri sul livello del mare e salvarlo dall’attacco di un gruppo di criminali, infine tentare la fuga a bordo di un mezzo militare, messo a disposizione da un appassionato collezionista, inseguiti da un temibile sidecar munito di mitragliatrice.

La gara ha visto predominare il Team “Devil Dogs” proveniente dalla Val Borbera , seguito dai “Green Thunder” di Savona e dal “Nucleo Briganti” di Imperia.

La classifica:

1. Devil Dogs a punti 7160 ;
2. Green Thunder a punti 6850 ;
3. Nucleo Briganti a punti 6680 ;
4. Legio Canavesana a punti 6520 ;
5. Hydra alfa a punti 6510 ;
6. Nucleo Ardente a punti 6110 ;
7. I Templari a punti 5710 ;
8. Hydra beta a punti 4940 ;
9. Armagheddon a punti 4490 ;
10. Lupi di Montenero a punti 2630 .

In premio, per le prime tre squadre classificate, buoni acquisto di valore offerti da “Wild Store Softair” di Taggia – Via San Francesco, n. 245 – ed altrettanti “trofei” realizzati ad arte proprio dall’ASD stessa. Per le altre Squadre “sopravvissute” alle fatiche dell’evento, un “ricordo” in legno ed ardesia, decorato “a tema”.

Per tutti i partecipanti una preziosa “patch” da collezione, con il logo ed i riferimenti del Torneo.

L’appassionato lavoro di preparazione ha tenuto impegnati per diversi mesi gli oltre 40 iscritti del Club in un lavoro sinergico per l’organizzazione dell’imponente logistica, per la certosina realizzazione degli scenari e la stesura della “storyboard” su cui articolare il torneo.

Il grande impegno, e la massima soddisfazione dei partecipanti e degli organizzatori sono il principale stimolo non solo a continuare e sviluppare questo tipo di attività, ma a programmare per il prossimo anno la terza edizione di un evento di riferimento nel mondo “Softair” italiano.

In fine un ringraziamento particolare ai volontari della Croce Rossa “Giovanniti” per il servizio che hanno fornito vigilando ed intervenendo quando necessario per curare escoriazioni e storte, spesso frequenti nel bosco.

14231878_550266311829009_7810887424827864338_o

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.