Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Già libero l’afghano fermato per rapina aggravata e lesioni in concorso, forse uno scambio di persona

Dopo l'udienza il giudice ha deciso di rimetterlo in libertà

Ventimiglia. E’ stato interrogato stamane nel carcere di Imperia dal giudice Paolo Luppi il ventunenne afghano fermato dagli agenti della Polizia di Stato ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata e lesioni in concorso commesso ai danni di tre stranieri di nazionalità pakistana insieme ad altri due connazionali di 22 e 23 anni.

Il giovane, dopo l’udienza, assistito dall’avvocato imperiese Oliviero Olivieri, è stato rimesso in libertà perché non sussistono indizi di colpevolezza.

Secondo la vittima uno dei tre autori della rapina era alto almeno 1,80 e con i cappelli biondi. Il ragazzo fermato dalla polizia invece ha i capelli scuri ed è alto 1,70.  Non corrisponde dunque alla descrizione fornita agli agenti che lo avevano fermato. Le indagini della polizia di stato tuttavia proseguono per chiarire ogni circostanza della vicenda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.