Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Festa patronale di San Maurizio, don Ivo lascia Imperia: “Vi porterò tutti nel mio cuore” fotogallery

All'ultima cerimonia del parroco c'era anche il vescovo della diocesi di Albenga e Imperia Guglielmo Borghetti

Imperia. “Già domenica scorsa ho salutato questa comunità. Sono passati 12 anni, ma ben poca cosa rispetto ad altri parroci che mi hanno preceduto. Sono sicuro che di me qualcosa resterà nel mio cuore come io nel vostro. Questa di Porto Maurizio è una comunità fiera delle sue tradizioni e viva che sa nel silenzio manifestare fede e affetto. Abbiamo camminato insieme condividendo gioie e dolori. Ci siamo voluti bene e di questa semplicità ringrazio il Signore e anche le autorità che hanno collaborato per il bene di tutti. Sono contento che il vescovo abbia manifestato la sua vicinanza a questa comunità. Arriveranno don Lucio Fabbris e Alberto Casella” (seguito dall’applauso dei fedeli del Duomo ndr) . E’ il commosso saluto che don Ivo Raimondo ha rivolto questo pomeriggio alla città di Imperia nella sua ultima cerimonia prima di lasciare Imperia per Albenga dove assumerà l’incarico di parroco della cattedrale di San Michele.

Il saluto del vicario generale ai fedeli della parrocchia di san Maurizio, a Imperia è stato rivolto in occasione della festa patronale di San Maurizio. Una festa che ha visto la partecipazione del vescovo della diocesi di Albenga e Imperia Guglielmo Borghetti, quindi di tutte le autorità civili e militari, del sindaco Carlo Capacci, di Alessandro Casano in rappresentanza della Provincia al posto di Fabio Natta, quindi del prefetto Silvana Tizzano e del questore Leopoldo Laricchia.

Da domenica prossima, come anticipato da Riviera24, don Ivo Raimondo tornerà nella sua Albenga. Qui inizierà il suo servizio sacerdotale nella parrocchia della cattedrale di san Michele. “Al tempo stesso – ha detto don Ivo – continuerò il mio impegno di vicario generale. E quasi certamente il 9 ottobre tornerò ad Imperia per salutare l’ingresso di don Fabbris, così come fece dodici anni monsignor Drago quando mi accolse nella concattedrale di San Maurizio”. Dopo la messa in Duomo si è svolta la tradizionale processione con le Confraternite e tutti i parroci di Imperia che hanno voluto salutare don Ivo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.