Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Commissione per la modifica dello Statuto d’Imperia sospesa, Fossati: “Situazione imbarazzante”

Modifica contestata da Fiorenzo Marino che non condivide il tentativo di inserire, come in un cavallo di Troia, una norma assurda che riduca il numero legale a solo un terzo

Imperia. “Commissione politicamente imbarazzante, per la maggioranza, ma politicamente significativa, questo pomeriggio sulla proposta della maggioranza di modificare lo Statuto del Comune in punti chiave, tra cui, in primis, la riduzione del numero legale in consiglio comunale a solo un terzo dei consiglieri”. Lo afferma in una nota Giuseppe Fossati, consigliere di Imperia Riparte che ha partecipato alla riunione presieduta dal consigliere Erminio Annoni. Una prima riunione vi era stata la settimana scorsa, così come anticipato da Riviera24.it

E oggi non sono mancati i momenti di tensione. “Dopo i recenti scivoloni, legati alla debolezza politica e numerica della amministrazione Capacci, qualche furbastro vorrebbe portare a solo 11 in numero dei consiglieri presenti per poter deliberare, come dire che sei persone -la maggioranza di 11- potrebbero, potenzialmente, decidere qualsiasi cosa. Si è cominciato prendendo atto che la maggioranza non era presente in numero legale ed i lavori sono iniziati solo grazie alla presenza della minoranza, dice Fossati che aggiunge: “In altri termini, la maggioranza chiede modifiche allo Statuto, ma non riesce nemmeno a garantire il numero legale in Commissione. Si è proseguito dibattendo la mia proposta di sospendere l’esame della pratica, atteso che è evidente che, al di là del merito (inaccettabile), la maggioranza non ha i numeri, la capacità e la forza politica per decidere nulla. La mia proposta è stata approvata e, dato significativo, dopo che Montesano, per Area Civica, e Marino, per il Pd, hanno chiaramente e correttamente preso le distanze dal “colpo di mano” tentato dalla maggioranza o, a questo punto, viene da dire, dalla parte della maggioranza”.

Per il consigliere Fossati “apprezzabile è stato l’intervento di Marino, che, senza nascondere un certo disappunto, ha detto chiaramente che si dissocia e non condivide il tentativo di inserire nella modifica dello Statuto, come in un cavallo di Troia, una norma assurda che riduca il numero legale a solo un terzo. Non servono commenti approfonditi. Servirebbe però che qualcuno prendesse atto della situazione, ossia che la maggioranza non c’è più, e ponesse fine a questa farsa indegna. La città merita di più”, conclude il consigliere di Imperia Riparte.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.