Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Caso Civitas, Iachino (Progetto Ventimiglia): “era già prevedibile al momento dell’insediamento dell’attuale amministrazione”

"Purtroppo siamo rimasti sempre assolutamente inascoltati, pur invitando costantemente il Sindaco ad occuparsi in prima persona, quale responsabile principale di una società partecipata dal Comune al 100 %"

Più informazioni su

Ventimiglia. Carlo Iachino, presidente e consigliere comunale di Progetto Ventimiglia, scrive quanto segue:

“Gli ultimi sviluppi della vicenda Civitas obbligano ancora una volta a interrogarsi sui suoi aspetti politici e amministrativi, visto che per quelli giudiziari ci sono forze dell’ordine e magistratura in cui abbiamo piena e assoluta fiducia.

Bisognerebbe cominciare a chiedersi perché l’attuale maggioranza non si oppose alla costituzione della società salvo poi accanirvisi contro, guarda caso un attimo dopo che il suo partito di riferimento aveva scatenato in tutta Italia una campagna in grande stile contro le municipalizzate e in perfetta sincronia con Confindustria.

Le inchieste sulla passata amministrazione hanno smentito le tesi del Pd di una società di malaffare, che semmai sembra emergere ora, ed inoltre rimane il problema del perché nonostante ciò si sia voluto mettere in liquidazione una società che ben gestita porterebbe buoni frutti a cominciare da una corretta gestione del patrimonio immobiliare pubblico, nella quale può anche starci la privatizzazione in assenza di mezzi per la conservazione, purché attuata in maniera corretta.

Insomma, quanto avvenuto ieri era forse già prevedibile al momento dell’insediamento dell’attuale amministrazione, alla quale avevamo puntualmente richiesto di sospendere la liquidazione ed il liquidatore, il cui operato non appariva fin dall’inizio del tutto trasparente.

Purtroppo siamo rimasti sempre assolutamente inascoltati, pur invitando costantemente il Sindaco ad occuparsi in prima persona, quale responsabile principale di una società partecipata dal Comune al 100 %.

Purtroppo la nostra voce è rimasta sempre inascoltata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.