Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Sicurezza sul lavoro, in un anno elevate contravvenzioni per 250 mila euro in tutta la Riviera

Gli ispettori dello Psal guidati dal dottor Mazzarella passano al setaccio aziende e cantieri da Cervo a Ventimiglia

Imperia. Il loro compito è passare ai raggi x piccole e grandi aziende e cantieri edili della provincia di Imperia. Sono gli otto tecnici con funzioni di polizia giudiziaria coordinati dal dottor Salvatore Mazzarella dello Psal, il team della Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro. Solo lo scorso anno hanno totalizzato centinaia di verbali per somme che si aggira tra i 200 e i 250 mila.

Ma il risultato più importante raggiunto dai “controllori” della sicurezza che fanno parte dell’Asl 1 è che hanno eseguito un lavoro ispettivo rispondente agli indicatori regionali e nazionali. Lo Psal della provincia di Imperia nella scala nazionale, insomma, risulta molto in alto nella classifica generale.

I controlli ora proseguono in tutte le aziende grandi e piccole della Riviera. Obiettivo quello di verificare il rispetto delle norme di sicurezza. Previste verifiche a campione, ma anche su segnalazioni che arriveranno nel corso degli ultimi sei mesi del 2016 come ponteggi, cassette di pronto soccorso, sicurezza dei luoghi di lavoro anche nel settore agricolo e non solo in quello edile, ma gli accertamenti verranno estesi anche al settore del terziario e del commercio.

I controlli dei tecnici della prevenzione – che tra l’altro sono stati rinforzati con due nuove assunzioni rispetto allo scorso anno – riguardano anche i cantieri edili e le misure di protezione nei luoghi di lavoro. Al vaglio anche  la documentazione. La tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro  è oggi una disciplina complessa: per tale ragione sono molteplici le professionalità e le esperienze messe a disposizione dallo Psal per questo genere di attività. Va ricordato anche che lo Psal si occupa anche dell’elaborazione e della conduzione di programmi di ricerca per il miglioramento delle condizioni di salute e di igiene e sicurezza del lavoro, ma anche di sorveglianza epidemiologica e costruzione del sistema informativo sui rischi e danni da lavoro e di indicazioni delle misure idonee alla eliminazione dei fattori di rischio ed al risanamento degli ambienti di lavoro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.