Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Sanremo, seconda serata per “Rock in the Casbah”

Si continua stasera, tra giovani talenti, novità discografiche e il grande funky made in sud dei TheRivati

Sanremo. Dopo un inizio sorprendente, all’insegna delle grandi emozioni, il festival rock nella Pigna continua stasera, giovedì 4 agosto, con una seconda serata all’altezza delle aspettative, che accompagnerà il pubblico di San Costanzo in un viaggio musicale tra novità cantautorali, sonorità dark e new wave, influenze vintage-rock e il funky più travolgente.

Christian G., cantautore sanremese, classe1983, aprirà con il suo ultimo progetto discografico “Mariposa”, edito per l’etichetta indipendente Riserva Sonora e distribuito dalla A&A distribuzioni: brani che trasportano in atmosfere poetiche e surreali, attraverso personaggi simbolici e stralunati che raccontano di sé, e storie che portano a riflettere sull’uomo e sulla società.

Si prosegue con il dark rock dei Primula Nera, band attiva dal 2002 che negli anni ha collezionato svariati live e conferme, tra le quali la vittoria del premio Band emergenti a Ventimiglia (2010), il podio di Zombie Rock (2012), il primo posto al Taggia Moving ‘on rock fest e all’ Indies Festival, accanto a Morgan e Kutso.

Anche loro presentano in esclusiva per il festival il nuovo disco, in uscita proprio in questi giorni, con un sound dalle influenze grunge e new wave.

Si continua sempre all’insegna del talento, con i Sesor, rock band nata nel 2012 dall’amicizia tra cinque ragazzi uniti nella passione per la musica. Tratto distintivo principale del gruppo, nonché valore aggiunto, la giovanissima età, che rivela stupefacenti qualità esecutive e nella composizione.

I loro testi raccontano di esperienze vissute attraverso uno sguardo sincero e ed attento. Fondamentale inoltre, la passione dei componenti per la cultura musicale degli anni 70-80, che si ritrova nelle sonorità pop, tra toni vintage, influenze rock e virate in acustico.

Ed infine, una grandissima band, direttamente da Napoli, attesi ospiti per il finale di questa seconda serata. TheRivati è un progetto musicale che nasce dall’idea di Paolo Maccaro (voce e testi) e Marco Cassese (chitarra), di fondere il blues e i suoi “derivati” con la musica italiana e le influenze della tradizione napoletana, al quale poi si uniscono Stefano Conigliaro (batteria), Antonio Di Costanzo (basso) e Saverio Giugliano (sax tenore).

A distanza di due anni dal disco di debutto “Black”, il loro secondo lavoro “Back from Italy” (2016), fresco di pubblicazione e prodotto dal rapper Clementino, è una sorta di concept attraverso il quale tratteggiano il lento declino della nostra nazione, sospesa tra le sue contraddizioni e la crisi di una società senza futuro: intelligenza ed bella dose di ironia, in questo caloroso omaggio alla black culture, con un tocco speciale di passionalità tutta made in sud. Il loro sound come i testi sono un inno al piacere.

Grazie a una ricerca musicale che esce finalmente dai sentieri battuti dalla scena indie, il loro genere, fortemente personale, spazia dall’ hard funky al reggae, con un uso inedito del dialetto nei testi ed incursioni di rap. Certamente una delle realtà più interessanti di questa diciassettesima edizione.

La visual art della rassegna è ancora una volta a cura di Danilo Bestagno, mentre è novità di quest’anno, la collaborazione con Simone Sarchi, con registrazioni live degli show e la selezione di video musicali della consueta rassegna “Video Killed Casbah Star”.

Simone Parisi alias Radiomandrake, sostenuto come sempre da dj Slavo, intratterrà e presenterà tutte le serate, coinvolgendo il pubblico della Pigna con la sua personale interpretazione di taglio radiofonico.

I concerti hanno inizio alle h 21.30, e sono a ingresso libero.

Il servizio bar, organizzato da “Fare Musica”, sarà attivo in tutte le sere della manifestazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.