Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Gestione associata tra Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, Pompeiana e Terzorio rinnovata fino a giugno 2017

L’obiettivo dell’iniziativa è continuare il miglioramento dell’organizzazione dei servizi offerti e la razionalizzazione delle risorse umane e dei costi.

Riva Ligure. Rinnovata fino al prossimo giugno, la gestione associata tra Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, Pompeiana e Terzorio per i servizi di refezione scolastica, trasporto scolastico, assistenza educativa e fornitura dei libri di testo per le scuole primarie.

L’obiettivo dell’iniziativa è continuare il miglioramento dell’organizzazione dei servizi offerti e la razionalizzazione delle risorse umane e dei costi.

“Il raccordo tra Comuni sulle politiche scolastiche – dichiarano il Sindaco Giorgio Giuffra ed il Consigliere Incaricato alla Pubblica Istruzione Martina Garibaldi – è uno degli esempi concreti delle nuove strategie volte all’efficienza, efficacia ed economicità dell’azione amministrativa al servizio del cittadino. Grazie alla prosecuzione di questo progetto – continuano – per i Comuni è possibile continuare ad ottimizzare le proprie risorse umane e finanziare, garantendo un risparmio di spesa, criteri unitari di accesso ai servizi scolastici, la cui erogazione avrà un migliore livello di gestione”.

Le Amministrazioni interessate svolgono in forma associata la funzione di pubblica istruzione a partire dal 2013, avendo costituito un ufficio comune che vede Riva Ligure quale capofila, al fine di garantire il regolare espletamento dei servizi.

Nel corso di questi anni, sono stati uniformati con successo la stragrande maggioranza degli interventi, basti pensare, ad esempio, all’avvenuta redazione del regolamento unico relativo al servizio di trasporto scolastico.

Tale documento interessa quasi 300 alunni su tutto il territorio e prevede le modalità di funzione e di adesione al servizio mantenuto volontariamente gratuito, dall’individuazione delle fermate, che sono state sottoposte per la regolarità in termini di sicurezza ad un parere tecnico della Polizia Locale, alla domanda per ottenere il trasporto scolastico stesso.

“Il regolamento unico sul trasporto scolastico è stato il frutto di una precisa volontà dell’Assemblea dei Sindaci per sanare una situazione di difformità fra i Comuni interessati – sottolineano Giuffra e Garibaldi -, elevando la responsabilità e la trasparenza reciproca nei rapporti fra utenza ed ente pubblico. Regole univoche hanno sicuramente un risvolto positivo anche in tema di sicurezza per un servizio così delicato. Con questo regolamento, – concludono – abbiamo compiuto un ulteriore passo nella direzione di una maggior integrazione dei nostri servizi educativi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.