Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Previsto a Villa Viani l’arrivo del gruppo di camminatori dell’associazione culturale “Artusin”

Il gruppo partendo da Roccaforte Mondovì, dopo 4 giorni di cammino, arriverà domenica 7 agosto

Pontedassio. Domenica 7 agosto 2016 a Villa Viani, frazione di Pontedassio, è previsto l’arrivo del gruppo di camminatori dell’associazione culturale “Artusin”. Il gruppo partendo da Roccaforte Mondovì, dopo 4 giorni di cammino, raggiungerà Villa Viani.

Ritrovo ore 15 sulla piazza per un incontro-scambio culturale tra la nostra tradizione e quella della Valle Ellero. Particolarmente attivo all’interno dell’Associazione è il Gruppo folkloristico di balli occitani in costume, che si esibirà sulla piazza di Villa Viani.

Il costume indossato è un abito tradizionale, i cui modelli sono stati ricavati da vecchi libri e foto della seconda metà del 1800 e da ricerche condotte presso il museo etnografico di Cuneo e che richiamano i vestiti “della festa” usati in quei tempi nella Valle Ellero.

Il Gruppo di ballo si è esibito in numerose località non solo in Italia (Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Trentino e Marche) ma anche in Europa (Germania, Francia, Repubblica Ceca e Spagna), facendo conoscere in modo più ampio i nostri paesi, le nostre tradizioni e la nostra storia.

L’Associazione Culturale Artüsìn”, nasce nell’anno 2000 nei Comuni di Roccaforte Mondovì e Villanova Mondovì, con il fine di riscoprire e valorizzare le origini occitane della Valle Ellero.

Il rododendro, “Artüsìn” nella parlata locale del Kié (che rappresenta il logo dell’Associazione), è il fiore che ogni primavera abbellisce le nostre montagne, all’interno del logo è presente anche la croce di Tolosa, simbolo dell’appartenenza all’area occitana.

Il Comune di Pontedassio è lieto di ospitare i nostri Amici Artüsin perché la storia dei nostri territori è fatta di emigrazione, di religiosità, di tradizioni, di credenze popolari, di cucina povera ma sapiente, di persone che avevano, ed hanno ancora, ideali ed etiche da rispettare, perché la memoria di cose passate, di radici antiche, costruiscano ancora, e forse soprattutto oggi, dei ponti di unione ed amicizia tra le genti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.