Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Migranti, parla il Prefetto di Imperia: “Quello che è avvenuto ieri è stato un colpo di testa”

23 i No Borders sottoposti a fermo di identificazione da parte delle forze dell'ordine, in maggioranza italiani ma ci sono anche francesi e britannici

Ventimiglia. “Quello che e’ avvenuto ieri oserei definirlo un colpo di testa, un’azione a sorpresa in un momento di relativa tranquillita’. Purtroppo non abbiamo la palla di vetro e mai piu’ avremmo potuto immaginare che queste persone all’improvviso avrebbero forzato un presidio delle forze di polizia. L’input che abbiamo sempre avuto era quello di evitare azioni di forza o, comunque, non piacevoli nei confronti dei migranti. Cio’ che si mette in campo si base sempre di piu’ su una azione di persuasione che di forza”. Lo ha detto il prefetto di Imperia Silvana Tizzano commentando quanto avvenuto ieri sera a Ventimiglia, al confine italo francese di Ponte San Ludovico, a Ventimiglia, dove oltre duecento migranti hanno forzato la frontiera entrando in Francia.

“Abbiamo vissuto questa situazione in diretta – ha detto Tizzano all’Ansa – durante la riunione di un tavolo tecnico che era stato convocato in prefettura per decidere quali strategie adottare per sciogliere l’assembramento ai Balzi Rossi. Purtroppo, pero’, a volte basta il comportamento di una sola persona per cambiare il corso dei fatti. Sicuramente, il migrante che e’ rimasto ferito sulla ferrovia mentre tentava di espatriare in Francia
passando dai binari non e’ valso ad allentare la tensione”.

Intanto secondo i numeri della prefettura di Imperia sono 140 i migranti respinti alla frontiera mentre 23 i No Borders sottoposti a fermo di identificazione da parte delle forze dell’ordine, in maggioranza italiani ma ci sono anche francesi e britannici.

Nel ribadire che alla Prefettura spetta un indirizzo politico e strategico e alle forze di polizia un aspetto piu’ meramente tecnico e operativo, il prefetto interviene sulla manifestazione dei No border attesa per domani pomeriggio alle 15 a Ventimiglia: “Il dispositivo e’ gia’ stato
deciso per tempo, anche se puo’ cambiare a seconda delle esigenze. Siamo comunque pronti a riunirci nel giro di cinque minuti, qualora si presentasse l’esigenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.