Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Migranti, Alternativa Tricolore: “Le responsabilità della fallimentare politica dell’immigrazione del PD”

La Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore Liguria si esprime riguardo alla "situazione migranti"

Ventimiglia. La Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore comunica: “Le responsabilità della fallimentare politica dell’immigrazione voluta dai precedenti governi tecnici e ora da Renzi è da attribuirsi principalmente al Pd e ai suoi alleati ex democristiani, grillini, sinistra radicale che in Parlamento hanno votato per abolire il reato di clandestinità presente nella allora legge Bossi-Fini, Pd, che ha permesso e permette grazie al Ministro degli Interni Angelino Alfano la presenza di un continuo indiscriminato e incontrollato flusso di migranti e “presunti profughi” facendo apparire l’accoglienza come un gesto solidale e umanitario ma che in realtà trattasi, a nostro avviso, di una “falsa accoglienza” che nasconde il triste business degli extracomunitari creando nuovi “schiavi”.

Complice del Pd è la Ue il cui fine è quello di trasformare l’Italia, l’Europa in un meticciato etnico e culturale per sradicare le singole Identità, le Sovranità nazionali, le Tradizioni di un continente le cui radici affondano profondamente nella cultura celtica,greca e romana e da qui la reazione di molti paesi europei che hanno preso posizione per alzare muri, ripristinare frontiere per la loro sopravvivenza etnica e per salvaguardare le proprie identità.

Alternativa Tricolore ritiene la presenza della parlamentare europea pidiessina Cecile Kyenge a Ventimiglia per un convegno riguardante proprio il problema immigrazione un offesa e uno schiaffo per l’intera comunità che da un anno a questa parte ha dovuto subire e subisce tutt’ora l’occupazione “magrebina” con un danno di immagine, per il commercio per il turismo e la comparsa di episodi di intolleranza, razzismo e xenofobia da parte dei residenti disperati e allo stremo.

Di certo l’ex Ministro per l’integrazione parlerà di solidarietà, di multiculturalismo, di abbattimento di muri, di frontiere, condannerà gli egoismi nazionali definendoli espressioni di un “rinascente neofascismo” ma sicuramente non parlerà di come aiutare i nostri giovani, i disoccupati,gli anziani,i pensionati a medio e basso reddito che non si possono permettere neanche le cure sanitarie, i precari che vivono con stipendi da “fame”, le famiglie più indigenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.