Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Infrastrutture, assessore Giampedrone: “Su terzo valico non si torna piu’ indietro. Ricaduta occupazionale locale e’ fondamentale”

Lo afferma l'assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria che ieri ha partecipato alla riunione dei Cipe a Roma.

Più informazioni su

Genova. “Siamo riusciti, grazie ad un lavoro intenso e assiduo con la Presidenza del Consiglio dei ministri e in particolare con il ministro Delrio, a convincere il governo a svoltare definitivamente sul Terzo Valico con il finanziamento del quarto dei sei lotti complessivi: nessuno potrà più mettere in discussione il completamento di quest’opera. Per quanto riguarda l’occupazione, voglio anche ricordare l’impegno costante da parte della Giunta Toti che ha già portato, nei mesi scorsi, alla stipula di un accordo per l’assunzione, entro la fine dell’anno, di cento lavoratori genovesi e liguri nei cantieri già aperti. La ricaduta occupazionale locale è infatti uno degli elementi fondamentali di queste tipologie di grandi appalti nazionali, a fronte dei disagi sopportati dai territori interessati dalle lavorazioni, in parte compensati da queste assunzioni”. Lo afferma l’assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria, Giacomo Giampedrone, che ieri ha partecipato alla riunione dei Cipe a Roma.

In merito, poi, all’approvazione da parte del Cipe del primo lotto funzionale dell’intervento di potenziamento degli impianti ferroviari all’interno del porto di Spezia, l’assessore Giampedrone spiega che “questa delibera, già stata esaminata dal precedente Cipe, era stata rilevata con alcune segnalazioni da parte della Corte dei Conti. Con un investimento di 39 milioni di euro viene finalmente sbloccata un’opera di interconnessione infrastrutturale che consente al Porto di Spezia di essere all’avanguardia nella movimentazione delle merci. Questo risultato – conclude – è il frutto di un lavoro di fino tra governo, Corte dei Conti e Autorità Portuale di Spezia che ha visto la Regione Liguria con il presidente Toti interloquire in maniera determinante e positiva“. Il Cipe ha deliberato anche il via libera ai piani di investimento dei concessionari autostradali, in particolare di Salt e Autostrada dei Fiori che comprendono investimenti infrastrutturali importanti per le province di Spezia e Savona.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.