Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Distrutti 5000 pezzi di merce contraffatta sequestrati dal corpo di polizia municipale foto

Borse, cinture, orologi per un totale di 5000 articoli con false riproduzioni di grandi marchi della moda, sono andati distrutti, grazie all'ausilio dei macchinari di Amaie Energia e della ditta Recup-Fer

Sanremo. Sono stati distrutti 5000 articoli contraffatti sequestrati dalla Polizia Municipale.

Il provvedimento è scattato dopo l’arrivo del decreto di distruzione, al termine del lungo procedimento burocratico che coinvolge tutti i sequestri penali.

A differenza dei sequestri di tipo amministrativo, infatti, quelli penali riguardanti merce con marchio contraffatto, una volta effettuato il sequestro, prevedono la denuncia in Procura e l’avvio del procedimento penale, in attesa di arrivare a giudizio.

L’epilogo avviene con la sentenza del giudice che ne decreta la distruzione, ultimo atto di un lungo processo che parte ogni giorno, sulle strade, con i sequestri di merce contraffatta da parte degli agenti della Polizia Municipale, impegnati quotidianamente nel contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale.

Borse, cinture, orologi per un totale di 5000 articoli con false riproduzioni di grandi marchi della moda, sono quindi andati distrutti, grazie all’ausilio dei macchinari di Amaie Energia e della ditta Recup-Fer.

I magazzini stracolmi della Polizia Municipale si sono quindi parzialmente svuotati, anche se tanta merce sequestrata rimane ancora ferma, in attesa che si completi l’iter burocratico.

Di questa merce, una buona parte è rappresentata dai sequestri di amministrativo: articoli senza false griffe, a proposito dei quali dal Comando di Polizia Municipale arriva un’interessante precisazione: “Riguardo ai sequestri penali si procede alla distruzione, come da decreto del giudice.

Riguardo invece agli articoli oggetto di sequestro amministrativo esistono due strade: se riguardano merce non a norma, si procede ugualmente alla distruzione; in caso contrario vengono devoluti alle associazioni di volontariato del territorio che ne fanno richiesta. Un risvolto socialmente molto utile che merita di essere sottolineato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.