Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Costarainera, il Comune introdurrà tre cassonetti adibiti al verde privato

Il sindaco Antonello Gandolfo ha deciso di posizionare tre cassonetti per poter sopperire alla necessità di chi ha grossi spazi

Costarainera. Non si fermano le attività previste dal Comune di Costarainera per migliorare il servizio di raccolta differenziata. Dopo aver attivato un servizio di formazione e informazione per la cittadinanza che proseguirà anche nei mesi prossimi e dopo aver acquistato altri cassonetti per implementare il servizio di raccolta, il Comune ha deciso di introdurre tre cassonetti adibiti al verde privato.

Sebbene infatti sia possibile buttare piccole quantità di verde (potature di vasi di fiori o piccole quantità di erba del giardino) nel cassonetto dell’organico, per poter sopperire alla necessità di chi ha grossi spazi, il sindaco Antonello Gandolfo ha deciso di posizionare tre cassonetti adibiti esclusivamente al verde privato.

“I cassonetti” – spiega il Sindaco - ”sono stati posizionati presso tre diverse isole ecologiche (IESI) per rispondere alle necessità emerse durante gli incontri organizzati per il progetto di formazione e informazione che sta seguendo per noi la dott.ssa Monica Previati.

 I luoghi dove sono stati posizionati i cassonetti sono: via Regione Ciosa all’altezza del condomino le Palme, in Via Piani Pareli all’altezza del numero 32 e in via Strada Nuova Sant’Antonio nei pressi del cimitero. I cassonetti sono chiusi con un lucchetto.

Per chi volesse usufruirne basterà andare in Comune e fare richiesta gratuita della chiave. Il servizio sarà attivo dalla fine di questa settimana e rimarrà anche nei mesi invernali. Stiamo inoltre iniziando a studiare il posizionamento di una telecamera amovibile che sorveglierà le Iesi più critiche.

Infine stiamo organizzando, per metà settembre, degli incontri con la cittadinanza per poter spiegare come fare al meglio la raccolta differenziata”.

Il sindaco conclude dicendo che “il progetto di informazione e il miglioramento del servizio di raccolta continueranno certamente almeno fino alla fine dell’anno perché è fondamentale arrivare al gennaio del 2017 con una percentuale di raccolta che raggiunga il più possibile il 65% per non incorrere in sanzioni.

Anche la ditta Dolmen attualmente coinvolta nel servizio sta dando un grosso aiuto monitorando le singole Iesi per individuare quelle più critiche, anche sulla base delle singole matrici differenziate.

I dati ottenuti da questo monitoraggio saranno pubblicati sul sito e discussi anche durante gli incontri in modo che tutti siano a conoscenza della situazione attuale e si adoperino ognuno nel proprio piccolo per fare al meglio la raccolta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.