Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Conti in rosso in Comune a Imperia, si deve correre ai ripari per evitare il “commissariamento”

Storia delicata, complessa, ma che va risolta. Domani se ne parlerà in consiglio comunale

Più informazioni su

Imperia. La calcolatrice, così come il pallottoliere alla fine non servono a nulla. I conti del Comune non tornano mai e anzi sono finiti nel mirino della Corte dei Conti che ha evidenziato una situazione da allarme rosso.   Ora si deve correre ai ripari e anche in fretta. Viceversa a regolare l’attività amministrativa sarà un commissario.

La vicenda è stata raccontata sul Secolo XIX – La Stampa in edicola. I giudici contabili, spulciando i bilanci degli ultimi due anni, hanno fatto emergere un quadro tutt’altro che confortante al punto tale che ha intimato al Palazzo Civico del capoluogo di provvedere a mettere le cose apposto al più presto. Come? Tirare la cinghia forse non basterà più. Più probabile allora che aumenteranno le tasse.

I commercianti sono sulle spine e si preparano alla stangata. Quel che non quadra, soprattutto, sono i rapporti con l’Amat, che risulta debitrice nei confronti del Comune di cifre da capogiro. Quasi sei milioni e mezzo secondo la municipalizzata, 7,4 per il Comune. Per la spazzatura, invece, il “buco” è di circa un milione. A conti fatti si parla di una cifra in rosso che si aggira sui due milioni di euro.  Storia delicata, complessa, ma che va risolta. Domani se ne parlerà in consiglio comunale anche se il sindaco Carlo Capacci ha già spiegato che se il danno c’è stato è dovuto alle amministrazioni precedenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.