Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Carlo Capacci: “Polverone inutile, sono un consigliere e Re se ne faccia una ragione”

Tre lettere, una richiesta di chiarimento inoltrata alla prefettura e l'intervento del ministero risolve il caso sollevato da Paolo Re

Più informazioni su

Imperia. “Un inutile polverone”. La definisce così Carlo Capacci, sindaco di Imperia, la vicenda sollevata dal consigliere Paolo Re, a proposito della regolarità della posizione dello stesso cittadino che non poteva ricoprire l’incarico di consigliere comunale. Ci è voluto un intervento della Prefettura per dirimere la questione e fare chiarezza su tutto.

“Bastava semplicemente leggere bene il regolamento comunale senza creare inutili polveroni – spiega il sindaco Carlo Capacci – C’è stato uno scambio di lettere, tre per la precisione per chiarire tutta la vicenda, e soprattutto un ricorso che ho presentato al ministero dell’Interno. Paolo Re se ne faccia una ragione. Bastava leggere bene il regolamento e la normativa. Avrebbe evitato di perdere tempo. Di fatto posso ricoprire il ruolo di consigliere a tutti gli effetti. Posso far parte di un gruppo politico o misto e partecipare anche alle commissioni”.

Il capitolo estivo iniziato circa due mesi fa si è sciolto come la neve al sole.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.