Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Camporosso, il corpo rinvenuto nel fiume dovrebbe essere quello di Carlo Pizzio fotogallery

A riconoscere l'uomo è stata la sorella

Camporosso. Manca ancora il riconoscimento ufficiale, ma sembra che ormai non ci siano più dubbi: il cadavere trovato nel fiume è quello di Carlo Pizzio, il 53enne che si era allontanato dalla sua abitazione lo scorso luglio, facendo perdere le sue tracce.

A identificare l’uomo, il cui cadavere presenta un forte stato di decomposizione, è stata la sorella che ha riconosciuto il braccialetto indossato da Pizzio sul braccio destro. Sul polso sinistro è ancora presente il suo orologio.

A trovare il cadavere, adagiato nel letto del fiume Nervia, in mezzo ad una foresta di canneti, è stato Massimo Maglio, proprietario dell’agriturismo che costeggia il fiume.

Sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri di Ventimiglia: saranno i militari dell’Arma a far luce sull’accaduto, ricostruendo le ultime ore di vita di Carlo Pizzio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.