Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Bordighera, nuovo sopralluogo dell’ASL in città: controllate le isole ecologiche

Bozzarelli attacca l'opposizione: "De Vincenzi e Lorenzi hanno fatto allarmismo gratuito"

Bordighera. Due ispettori dell’ASL 1 imperiese ieri mattina alle 9 hanno compiuto un sopralluogo in città insieme all’amministrazione comunale e alla polizia municipale per verificare le condizioni delle isole ecologiche.

“Abbiamo richiesto questo secondo controllo alla luce della relazione redatta dall’azienda sanitaria”, ha dichiarato il vicesindaco Massimiliano Bassi. All’inizio del mese di agosto, infatti, l’ASL aveva compiuto un primo sopralluogo su richiesta dei consiglieri di opposizione Luca De Vincenzi e Mara Lorenzi. Ma la relazione conclusiva è stata presentata solo pochi giorni fa. In essa si legge che se la situazione rifiuti non dovesse essere risolta a breve, la presenza dell’immondizia conferita fuori dagli appositi cassonetti potrebbe “costituire potenziale ricettacolo per l’annidamento e habitat ideale per la riproduzione di insetti, ratti ed altri animali nocivi, creando così i presupposti per inconvenienti igienico sanitari”.

“L’ASL non ha mai parlato di emergenza sanitaria a Bordighera”, ha dichiarato il presidente del consiglio comunale Mauro Bozzarelli che si è scagliato apertamente contro i due consiglieri, “Si è trattato di un uso improprio delle istituzioni da parte dell’opposizione che, agendo in questo modo non ha fatto che creare allarmismo inutile e danneggiare l’immagine della città”.

Anche l’Azienda Sanitaria Locale, che già aveva rettificato quanto sbandierato sui giornali dall’opposizione bordigotta, smentisce categoricamente di aver mai parlato di “emergenza”. “Il nostro è un lavoro di controllo”, ha specificato l’ASL, “Un lavoro svolto per tutelare la salute delle persone. Mai abbiamo parlato di emergenza sanitaria né abbiamo fatto alcun tipo di richiamo scritto all’amministrazione, con la quale collaboriamo per il bene dei cittadini. Nella nostra relazione ricordavamo solo alla giunta di porre una maggiore attenzione al problema rifiuti”.

Non è ancora dato conoscere l’esito del sopralluogo di ieri: “I due ispettori hanno visto che i rifiuti, anche se lasciati per strada, vengono raccolti a breve”, ha anticipato Bassi, “Sarebbe pericoloso per la salute se rimanessero giorni interi a terra. Invece così non è. E l’ASL ne ha avuto la prova”.

Un sopralluogo voluto dalla maggioranza poteva facilmente far credere che la stessa avesse ordinato alla Docks Lanterna – la ditta che si occupa dell’igiene urbano – di tirare a lucido la città. Ma per fugare ogni dubbi, la giunta ha proposto ai due ispettori di prendere visione delle telecamere che, 24 ore al giorno, inquadrano almeno due isole ecologiche “problematiche”. Potranno avere luogo, inoltre, controlli a sorpresa da parte dell’ASL.

“Momenti di crisi ce ne sono stati”, ha concluso il vicesindaco, “Non lo neghiamo. Alcune persone hanno anche insultato gli operatori ecologici che cercavano di spiegare le metodologie corrette della raccolta. Responsabilità ne abbiamo tutti, però screditare Bordighera, paragonandola a realtà che vivono una vera e propria emergenza rifiuti, non fa bene a nessuno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.