Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Ai mondiali di Tolosa per levrieri c’è “Mr.Kiwi” che si è allenato sulla ciclabile

I tedeschi potrebbero rovinarci la festa ma il cane di Andrea Pitto è pronto a salire sul podio

Più informazioni su

San Lorenzo. Andrea Pitto, 50 anni, genovese, con una irrefrenabile passione per i levrieri, italiani soprattutto. Lui e “Mr.Kiwi” rappresenteranno l’Italia, insieme ad altri cinque appassionati, ai campionati mondiali di Tolosa. Ma prima di raggiungere la Francia Mr.Kiwi si è acclimatato sulla pista ciclabile della Riviera dei Fiori.

Le gare si apriranno il 1 settembre, ma il tutto per tutto si giocherà domenica prossima quando si concluderanno le fasi eliminatorie e si arriverà alla finalissima. L’Italia grazie a Mr.Kiwi è in zona medaglia. Ma ad ostacolare la sua corsa ci sono i cani fortissimi in arrivo dalla Germania, dalla Russia, dalla Spagna e naturalmente i padroni di casa dalla Francia.

mr.kiwi

Andrea Pitto, progettista per l’Enel, da tre anni non si separa dal suo levriero. “E’ un amore smisurato il nostro – racconta il suo padrone che ha appena raggiunto la Francia in vista del mondiale – Per acclimatarci siamo stati più volta sulla pista ciclabile tra San Lorenzo al Mare e Ospedaletti. Ora siamo in Francia e ci stiamo preparando per la fase eliminatoria”. 

mr.kiwi

Lo scopo che ha spinto Andrea come tanti altri appassionati di questa razza di cani è quello di farli correre solo per puro divertimento. “Ma vogliamo anche diffondere la passione per questi splendidi e simpatici cani”, dice Andrea mentre coccola Mr.Kiwi che da giovedì prossimo dovrà dare il meglio di sé: correre come una saetta su una pista ad anello per 350 metri inseguendo una lepre meccanica. Non sarà facile, ma ci proverà. Si inizia il primo settembre con le corse eliminatorie per arrivare alla finale con sei levrieri allo start.

Vedremo Mr.Kiwi sul podio? “E’ un periodo che è davvero in forma – risponde Andrea Pitto – In tre anni abbiamo vinto gare internazionali importanti, mi ha regalato tante soddisfazioni e ora siamo stati selezionati per i mondiali di Tolosa. Spero proprio di tornare a casa con una medaglia al collo”.E’ probabile dunque che il tricolore possa sventolare sulle coste meridionali della Francia. La pattuglia azzurra è agguerrita, ma ci sono altri cani che potrebbero togliere gioie ed emozioni alla nostra Nazionale. I tedeschi sono altrettanto preparati e al mondiale hanno sete di vittoria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.