Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Agnesi, vertice con Colussi e poi una settimana di stop per la pausa di Ferragosto

Con l'accordo raggiunto con Plin l’obiettivo dichiarato è quello di crescere e portare un’altra “eccellenza ligure” sulla tavola dei consumatori

Più informazioni su

Imperia. Torneranno in azienda tra due giorni i vertici della Colussi per sciogliere gli ultimi dubbi sollevati dai sindacati in merito agli incentivi per chi ha deciso di accettare il trasferimento in altre sedi del gruppo: Leinì, Tavernelle, Albenga e Fossano.  Il giorno dopo, presumibilmente, è in programma l’assemblea dei dipendenti quindi l’Agnesi chiuderà i battenti dal 7 agosto, per una settimana, per il periodo di Ferragosto.

Nel frattempo è stata accolta con cauto ottimismo l’intesa siglata tra il Gruppo Colussi e il Pastificio Plin di Villanova d’Albenga con l’obiettivo di dar vita a sinergie che possano accelerare la crescita del business attuale della pasta fresca di eccellenza artigianale grazie al know how, ai marchi ed alla struttura di Colussi con particolare riferimento allo sviluppo dello storico marchio Agnesi. Intesa che sarà al centro dell’incontro di dopodomani con i dirigenti inviati da Colussi a Imperia.

La partnership prevede l’ingresso del gruppo nel capitale dell’azienda, in linea con l’obiettivo, già annunciato, del gruppo di cooperare con il tessuto imprenditoriale locale per valorizzare il “saper fare” e i prodotti del territorio.

Il progetto di partnership tocca molti ambiti, in primis quello produttivo e commerciale. Nell’area produttiva verrà preservata e valorizzata la grande esperienza e l’artigianalità nella formulazione del prodotto, integrandola con nuovi investimenti per potenziarne la flessibilità e la capacità produttiva e occupazionale. La gamma verrà ampliata, grazie alla collaborazione con esperti dell’alimentazione e della gastronomia, secondo il consueto approccio del Gruppo Colussi, solito ricorrere a partner di alto livello come l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo o Slow Food.

La distribuzione verrà ampliata sfruttando la rete vendita ed i marchi del Gruppo Colussi ed estendendo le possibilità commerciali sia all’estero che sul territorio italiano.

L’obiettivo dichiarato è quello di crescere e portare un’altra “Eccellenza ligure” sulla tavola del maggior numero possibile di consumatori italiani ed esteri, partendo dall’attuale produzione, al momento concentrata prevalentemente sulla pasta ripiena a base di carne, di verdura e di pesce.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.