Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Agnesi Imperia, fine delle ferie ora iniziano gli ultimi mesi di attività del pastificio

Lo stabilimento onegliese dovrebbe essere trasformato in un polo museale, ma non vi sono certezze

Più informazioni su

Imperia. Si torna al lavoro ma col cuore in gola. Ferie finite per i lavoratori del pastificio Agnesi di via Schiva a Oneglia. Dopo la chiusura di una settimana, dovuta a Ferragosto, i dipendenti sono rientrati in azienda.

Per alcuni di loro sono gli ultimi mesi a Imperia perché, come prevede l’accordo sottoscritto con i vertici aziendali due settimane fa, già tra settembre e ottobre saranno destinati presso altre sedi lontane da Oneglia: Leinì, Tavernelle, Fossano. Dopodiché inizierà lo smantellamento del pastificio con altri operai che andranno a rimpinguare l’organico della Plin e Clas, la prima tra l’altro ha concluso una partnership con Colussi, proprietaria dell’Agnesi. Qualcuno addirittura è già stato trasferito prima ancora della firma dell’accordo del 4 agosto scorso.

Un accordo che non è del tutto rose e fiori. E’ previsto il licenziamento definitivo, senza alcun tipo di possibilità di riassunzione, per almeno 50 dipendenti, praticamente la metà. Nessuna certezza poi sul fantomatico Museo della Pasta e pertanto le persone che potrebbero essere licenziate sarebbe ancora più alto.  E certamente non tranquillizza la notizia arrivata dal sindaco Carlo Capacci durante un evento musicale che in molti hanno definito inutile perchè i giochi ormai erano fatti. Il primo cittadino ha annunciato che a breve, sul lungomare Vespucci, aprirà un McDonalds. “Poco importa perché di fatto – dicono gli operai – Imperia ha perso lo stabilimento più importante, la storia dell’industria cittadina. La politica ci ha abbandonati al nostro destino nonostante le mille promesse”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.