Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Topi e scarafaggi in giro per la città e il Comune di Imperia incassa nove milioni di euro

Decoro e pulizia in una città che ha forti ambizioni turistiche

Imperia. Topi come gatti che la sera escono in via Acquarone e dalle parti della Spianata, ma anche scarafaggi che a mezzogiorno camminano sui muri dei portici di via Bonfante. Situazione limite in una città che vuole essere anche turistica.

“Il Comune incassa dalla tassa della spazzatura oltre nove milioni di euro che escono tutti dalle nostre tasche. Una cifra che in euro sembra ragionevole ma che, se la convertiamo nelle vecchie lirette, da me tanto amate, sfiora i diciannove miliardi. Diciannove miliardi per avere una città sporca all’inverosimile, erbacce da ogni parte, cumuli di carta, plastica e spazzatura, anche in centro città – dice Piero Di Meo, “admin” del gruppo Mugugni  di Ineja e du Portu- Poi, come se tutto questo non bastasse, ci aggiungiamo i topi, e da oggi anche gli scarafaggi. Questo passeggiava indisturbato sotto i portici di via Bonfante alle 12 odierne. Cosa vogliamo di più”.

E sono gli stessi commercianti e cittadini a chiedere ora un’inversione di tendenza. “Più decoro e pulizia soprattutto in centro nelle zone frequentate anche dai turisti”, dicono. Ma si lamentano anche in periferia. Ad esempio a Montegrazie di netturbini che puliscono le strade non se ne vedono e la task force di operatori ecologici è costituita dagli abitanti della frazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.