Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Terrorismo, dopo Nizza alzato il livello di guardia: 14 complici dell’attentatore sono in Italia

La donna che aveva fornito la pistola a "Momo" era stata arrestata in Liguria

Ventimiglia. Stragista e “no border”. Mohamed Lahouaiej Bouhlel, l’uomo che due settimane fa si era lanciato sulla folla con un camion provocando 84 morti e centinaia di feriti, ha complici in Italia. Le autorità di polizia hanno trasmesso ai colleghi italiani un elenco di quattordici persone collegate al kamikaze entrato in azione in Costa Azzurra, le indagini dell’Antiterrorismo si concentrano sui «passaggi» dei presunti complici nel nostro Paese. Ed emerge così la presenza dei due albanesi accusati di aver fornito la pistola all’attentatore che nell’ottobre scorso manifestò a Ventimiglia contro il blocco dell’espatrio dei profughi.

Ma ci sono altri particolari inquietanti in questa storia. Durante la riunione di due giorni fa dei magistrati antiterrorismo italiani è stato ribadito che il pericolo maggiore viene in questo momento dall’appello dell’Isis ai foreign fighters a non andare in Siria, “portando la guerra in Europa con ogni mezzo”. Proprio su questi soggetti sono stati intensificate le indagini. Si è così scoperto allora che la donna quarantaduenne albanese della coppia a cui Bouhlel s’era rivolto per comprare una pistola calibro 7,65 — divenuta cittadina francese — era passata l’ultima volta dall’Italia, dopo un viaggio in Albania, nel giugno scorso. Mentre in precedenza era stata arrestata in Liguria per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e il suo convivente era stato controllato, nelle vicinanze di Milano, con altri albanesi con precedenti penali a carico.

Quanto basta perchè anche in questo lembo di Liguria si alzi il livello di attenzione. A Mentone e Ventimiglia uomini armati presidiano il confine. Controlli con uomini in borghese riguardano anche le stazioni ferroviarie della Riviera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.