Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Sudafrica, jet vola con biocarburante italiano da tabacco scoperto da un’azienda di Arma di Taggia

"Questo primo volo e' per noi motivo di orgoglio e grande emozione"

Arma di Taggia. Un’azienda italiana ha inventato il modo per estrarre carburante dai semi di tabacco. E il prossimo 15 luglio, in Sudafrica volerá per la prima volta un aereo di linea alimentato per meta’ con questo combustibile.

Protagonista di questa scoperta è un’azienda ligure di Arma di Taggia, la Sunchem, guidata dall’imprenditore Carlo Ghilardi. Con la collaborazione dei ricercatori dell’Universitá cattolica di Piacenza, coordinati dallo scomparso professor Carlo Fogher, la Sunchem nel 2007 ha brevettato un processo per estrarre biocarburante dai semi del tabacco. Nel 2011 ha ottenuto il seme Solaris, ideale per questo scopo. Un seme non ogm, non alimentare e senza nicotina.

Da quel momento la Sunchem ha cercato partner industriali e ha cominciato a sperimentare la tecnologia, in particolare in Italia, Sudafrica, Brasile e Stati Uniti. Venerdì 15, un Boeing di linea della compagnia sudafricana SAA volerá da Johannesburg a Cittaá del Capo alimentato per il 50% da biocarburante ricavato dal seme di tabacco Solaris.

“Questo primo volo è per noi motivo di orgoglio e grande emozione – ha commentato il fondatore di Sunchem, Carlo Ghilardi -. Ingegno e risorse totalmente italiane sono alla base di questo successo mondiale”.

Il direttore operativo di Sunchem, Sergio Tommasini, ha spiegato che l’azienda sta cercando di raggiungere un accordo per lo sviluppo e sfruttamento dei biocarburanti con Boeing Italia, ENI, Alitalia, Delta Fina e centri di ricerca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.