Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Strage di Nizza, sui social si susseguono gli appelli e nascono pagine dedicate

Facebook ha anche attivato il servizio Safety Check

Nizza. Ottantaquattro morti, oltre cento feriti. E molti dispersi di cui dopo la strage del tir scagliatosi sulla folla lungo la Promenades des Anglais, non si hanno più notizie. Donne e uomini, giovani e bambini, francesi e non, i cui volti hanno invaso i social. Su Twitter e Facebook infatti parenti e amici non riuscendo più a mettersi in contatto con i loro cari hanno subito postato foto e descrizioni utilizzando l’hastag #RecherchesNice.

Ma non solo. Sono nate anche pagine Facebook dedicate come Sos Nice, dove a raffica, purtroppo, si stanno succedendo gli appelli. Il social network di Zuckerberg ha inoltre attivato il servizio Safety Check che consente agli utenti di segnalare che sono in sicurezza n casa di pericolo. Lo stesso avvenne durante gli attentati di Parigi del 13 novembre 2015, quando venne utilizzato da cinque milioni di utenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.